House of Cards | State of Affairs CIA-Beamtin, die ihren Job „im Feld“ aufgeben muss | Blue Mountain State: El Origen De Thadland
Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
sabato 20 ottobre 2018

Alessandro Borghi

Un camaleontico trasformismo

32 anni, 19 Settembre 1986 (Vergine), Roma (Italia)
occhiello
"Viola non si tocca!... roba mia!"
dal film Suburra (2015) Alessandro Borghi Numero 8
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Alessandro Borghi
David di Donatello 2018
Nomination miglior attore per il film Napoli velata di Ferzan Ozpetek

David di Donatello 2018
Nomination miglior attore non protagonista per il film Fortunata di Sergio Castellitto

Nastri d'Argento 2017
Nomination miglior attore non protagonista per il film Fortunata di Sergio Castellitto

Nastri d'Argento 2017
Nomination miglior attore non protagonista per il film Il pi grande sogno di Michele Vannucci

Nastri d'Argento 2017
Premio miglior attore non protagonista per il film Fortunata di Sergio Castellitto

David di Donatello 2016
Nomination miglior attore per il film Non essere cattivo di Claudio Caligari

David di Donatello 2016
Nomination miglior attore non protagonista per il film Suburra di Stefano Sollima



Il primo Re

Un film di Matteo Rovere. Con Alessandro Borghi, Alessio Lapice, Michael Schermi, Vincenzo Crea, Ludovico Succio.
continua»

Genere Drammatico, - Italia, Belgio 2019. Uscita 31/01/2019.

Presentato a Venezia, il film sulla vicenda Cucchi sar dal 12 settembre al cinema e su Netflix.

Alessandro Borghi: Sulla mia pelle un film necessario, lo prova la reazione del pubblico

gioved 30 agosto 2018 - Giancarlo Zappoli cinemanews

Alessandro Borghi: Sulla mia pelle  un film necessario, lo prova la reazione del pubblico Quando incontri Alessio Cremonini, Jasmine Trinca e Alessandro Borghi ti accorgi subito dal clima che si respira che tra loro c' una forte consonanza che quella poi che costituisce la forza del film che offre, come recita l'ipersintetica sinossi del pressbook: 'l'emozionante racconto degli ultimi giorni di via di Stefano Cucchi e della settimana che ha cambiato la vita della sua famiglia". Alessandro Borghi il primo a dire che si tratta di un film necessario perch lui cerca di partecipare a lavori come quello che lo ha fatto conoscere (Non essere cattivo) e la risposta del pubblico in sala a Venezia ne stata una conferma. Jasmine Trinca ha 'sentito' in modo netto la partecipazione di chi aveva assistito ai dettagli di una storia che conosceva probabilmente solo in parte e ne avvertiva la misura dell'approccio. Il lavoro di mimesi proprio dell'attore ma qui era necessario restituire una dimensione privata della sorella di Stefano a cui l'attrice si accostata con poche informazioni ma con un profondo rispetto. il cinema che entrambi gli attori prediligono: prendere parte a storie che restituiscano al pubblico uno sguardo capace di stare un passo indietro ma proprio per questo carico di onest.

Fa poi piacere sentire affermare da Alessio Cremonini che per una sceneggiatura di circa 50 pagine su un tema non facile ha trovato subito una porta che si aperta senza difficolt o remore. Olivia Musini l'ha letta e nel giro di una settimana c'era l'ok a cui seguiva l'appassionata adesione di Netflix con l'uscita anche nelle sale con Lucky Red.

Quello che stupisce l'uso della voce, oltre che del corpo, da parte di Borghi con un'adesione che non ha voluto essere un tentativo di imitazione e che lo spettatore avr modo di confrontare alla fine di un film in cui non si sono fatte prove preventive ai ciak ma semmai aggiustamenti solo quando si rivelava necessario. Favorendo cos quel senso di verit che dallo schermo si trasferisce a chi guarda e che non pu lasciare tranquilli. Con un'annotazione importante: al termine dell'incontro uscendo ho incontrato un folto gruppo di colleghi della stampa internazionale che attendevano di entrare: un ottimo segnale.

   

Giovanna Mezzogiorno e Alessandro Borghi raccontano la loro esperienza sul set del film del film di Ozpetek. Dal 28 dicembre al cinema.

Napoli velata, un film intenso e straziante

venerd 22 dicembre 2017 - Alessandra Vitali cinemanews

Napoli velata, un film intenso e straziante In una Napoli sospesa tra magia e sensualit, ragione e follia, un mistero avvolge l'esistenza di Adriana, travolta da un amore improvviso e un delitto violento. Questo racconta il nuovo film di Ferzan Ozpetek Napoli velata. Protagonista del film, Giovanna Mezzogiorno deve vedersela proprio con la citt di Napoli, che assurge in primo piano col suo potenziale esplosivo, la sua straordinaria energia linguistica, le sue contraddizioni interne. Cos la religiosit popolare, nelle sue forme pi esasperate (culti, icone, maschere, santini), in Napoli Velata si coniuga con un sostrato pagano che accorda in modo ribaldo le tradizioni folcloriche antiche e moderne. Mescolando i generi ma privilegiando l'approccio plastico a tutto tondo del melodramma, il regista traduce la forza dirompente della citt in una struttura narrativa che intreccia fili in profondit. Inscritto nel quadro di un'indagine poliziesca, ma mai realmente interessato al suo intrigo, il film coglie e rende visibili i flussi emotivi della sua protagonista e le correnti passionali che legano i personaggi agli amanti. Al ruolo virile e fragile di Alessandro Borghi replica il corpo assediato di Giovanna Mezzogiorno, nuovamente musa di Ozpetek.

In occasione dell'uscita di Napoli velata al cinema, il 28 dicembre, i due protagonisti raccontano ad Alessandra Vitali l'esperienza sul set del film.

   

Domined e il cast presentano il loro progetto 'romanocentrico'.

5 (Cinque), fumetto criminale

gioved 23 giugno 2011 - Ilaria Ravarino cinemanews

5 (Cinque), fumetto criminale Nel panorama del cinema indipendente italiano, pi ampio di quel che sembri, sopravvivono almeno due categorie di prodotti. Ci sono i film di testa, faticosamente girati per iniziativa di registi-autori innamorati di un pensiero, di unimmagine o di una storia, e i film di pancia, altrettanto faticosamente realizzati da registi imbarcati nel progetto esclusivamente per il piacere di girare. Cinque, regia dellattore Francesco Maria Domined, un film di cuore e di pancia: girato da un gruppo di amici, realizzato con pochi soldi e con il contributo di tutti (mamme incluse), un piccolo progetto molto romanocentrico, molto semplice e molto poco cerebrale, un fumettone secondo il regista, distribuito dal 24 giugno in appena 7 sale. Volevamo raccontare una storia e divertirci, dice il regista, grande fan di Romanzo Criminale e dei poliziotteschi anni 70, e c da scommettere che ci siano riusciti. Per il film hanno usato un piccolo ufficio in periferia come centrale operativa, hanno allestito i set tra case di amici e quartieri popolari, hanno rimediato agli imprevisti con tanta improvvisazione, hanno reclutato attori fra i conoscenti e adescato volti noti con le buone e le cattive maniere: Volete sapere come ho fatto a convincere Matteo Branciamore a partecipare al film? racconta il regista ho pagato il portiere del suo palazzo perch gli desse la mia sceneggiatura. Ha funzionato

   

Sulla mia pelle

* * * - -
(mymonetro: 3,39)
Un film di Alessio Cremonini. Con Alessandro Borghi, Jasmine Trinca, Max Tortora, Milvia Marigliano, Andrea Lattanzi.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2018. Uscita 12/09/2018.

Napoli velata

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,65)
Un film di Ferzan Ozpetek. Con Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Anna Bonaiuto, Peppe Barra, Biagio Forestieri.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2017. Uscita 28/12/2017.

The Place

* * - - -
(mymonetro: 2,13)
Un film di Paolo Genovese. Con Valerio Mastandrea, Marco Giallini, Alessandro Borghi, Silvio Muccino, Alba Rohrwacher.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2017. Uscita 09/11/2017.

Fortunata

* * - - -
(mymonetro: 2,34)
Un film di Sergio Castellitto. Con Jasmine Trinca, Stefano Accorsi, Alessandro Borghi, Edoardo Pesce, Hanna Schygulla.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2017. Uscita 20/05/2017.

Il pi grande sogno

* * * - -
(mymonetro: 3,13)
Un film di Michele Vannucci. Con Mirko Frezza, Alessandro Borghi, Vittorio Viviani, Milena Mancini, Ivana Lotito.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2016. Uscita 24/11/2016.
Filmografia di Alessandro Borghi »

mercoled 12 settembre 2018 - Il film di Cremonini ritrae Cucchi nelle sue contraddizioni, nei suoi errori e rafforza ancora di pi, invece che indebolire, l'indignazione. Ora al cinema e in streaming su Netflix.

Sulla mia pelle: la storia di un corpo, il destino di una democrazia

Roy Menarini cinemanews

Sulla mia pelle: la storia di un corpo, il destino di una democrazia La storia giudiziaria del caso Cucchi ancora in corso, e molti motivi avrebbero sconsigliato la produzione di un film sulla vicenda, con personaggi reali, nomi e cognomi. Sulla mia pelle stato realizzato a dispetto di questi timori, scegliendo di invertire il processo narrativo: non un film che nasce dalla cronaca per approfondirne i temi e rifocillare il dibattito pubblico, bens un film che cristallizza la materia - gi pi che sufficiente - per farne altro. Il centro simbolico - e concreto al tempo stesso - Stefano Cucchi, non il meccanismo che lo ha stritolato in una serie di abusi, errori, inadempienze che toccher alle future corti (la Cassazione ha riaperto uno dei due filoni; il secondo nuovo e recente) analizzare ed eventualmente sancire. Prendendo probabilmente a modello Hunger di Steve McQueen - che aveva identificato nella prigionia e sofferenza del corpo il dato materico su cui impostare una riflessione poetica sul detenuto - anche Sulla mia pelle diventa la storia di un corpo. Troppo spesso considerato, nella cultura occidentale, un rivestimento dell'anima o una custodia superficiale di contenuti metafisici e spirituali, il corpo umano invece tutto quello che abbiamo. Ed quello che interessa al luogo di detenzione separare dal mondo dei liberi, ed quello che spesso riceve il maggior danno - insieme a quello psicologico - dal luogo di cattivit. Con Cucchi si va oltre, perch il problema non solamente nel grave pestaggio subito, ma nella mancanza di cure e di attenzioni che tutta la catena di medici e ospedali carcerari mette in atto.

venerd 7 settembre 2018 - La cronaca di una discesa agli inferi che rivela le storture del nostro sistema democratico. Recensione di Paola Casella, legge Lorenzo Frediani.

Sulla mia pelle, la video recensione

A cura della redazione cinemanews

Sulla mia pelle, la video recensione L'ultima settimana nella vita di Stefano Cucchi un'odissea fra caserme e ospedali, un incubo in cui un giovane uomo entra sulle sue gambe ed esce come uno straccio abbandonato su un tavolo di marmo. Cremonini racconta una delle vicende pi discusse dell'Italia contemporanea come una discesa agli inferi cui lo stesso Cucchi ha partecipato con quieta rassegnazione. Sposa il racconto della famiglia Cucchi e la denuncia di un pestaggio delle forze dell'ordine come causa principale della morte, e anche se non mostra direttamente la violenza ne illustra ampiamente le conseguenze.
Sulla mia pelle un dignitoso tentativo di restituire corpo e voce a un essere umano fragile e fallibile: ed proprio sulla voce e sul corpo che Borghi compie il suo lavoro pi prezioso, ritrovando quel tono sfuggente che apparentava Cucchi ai tanti giovani "sbagliati" di una Roma distratta e indifferente.
In occasione dell'uscita al cinema di Sulla mia pelle (guarda la video recensione), dal 12 settembre e disponibile su Netflix, Lorenzo Frediani interpreta la recensione di Paola Casella.

   

Altre news e collegamenti a Alessandro Borghi »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | [email protected]
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità