Tini - La nuova vita di Violetta (2016) HD | Ghost Adventures S15E00 Hauntings of Vicksburg Part 1 McRaven Mansion HDTV... [eztv] | Typany Keyboard
Dizionari del cinema
Periodici (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
venerd 19 ottobre 2018

Tony Curtis

A qualcuno piace Curtis

Nome: Bernard Schwartz
Data nascita: 3 Giugno 1925 (Gemelli), New York City (New York - USA)

Data morte: 29 Settembre 2010 (85 anni), Henderson (Nevada - USA)
occhiello
Io sono cresciuto in un quartiere noto come Arca di No: se non si attraversava in due, era meglio rinunciarvi.
dal film Operazione sottoveste (1959) Tony Curtis Il tenente Nick Holden
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Tony Curtis
Premio Oscar 1958
Nomination miglior attore per il film La parete di fango di Stanley Kramer



Si spegne un altro grande attore.

Tony Curtis: un ricordo con sorriso

gioved 30 settembre 2010 - Pino Farinotti cinemanews

Tony Curtis: un ricordo con sorriso A Los Angeles c' il Village Memorial Park, un cimitero dove sono sepolti, vicini, Billy Wilder, Jack Lemmon e Marilyn Monroe. Proprio vicino alla tomba di Marilyn, per anni c' stato uno spazio vuoto. Uno spazio prenotato. Ci sar sepolto Tony Curtis, cos i quattro eroi del film pi divertente di tutti i tempi, si sar ricomposto. Il titolo superfluo citarlo.


Generazione
Curtis era nato nel 1925, faceva dunque parte della grande generazione che aveva cambiato il cinema, ma non era uno di "quelli dell'Actor's Studio", parlo dei suoi coetanei Newman, Brando, Clift, Steiger. Talenti dalla vocazione drammatica, dalla recitazione implosa, buona per rappresentare la realt, che un po' meno felice del cinema. Curtis ha continuato ad essere, generalmente, l'erede dei Cary Grant, Fred Astaire, e altri, un gruppo che faceva sorridere, gli eroi della famosa commedia americana. Attore "leggero" diciamo. Ma davvero bravo, intenso, indimenticabile. Un altro suo coetaneo stato, appunto, Jack Lemmon, che per, invecchiando si artisticamente evoluto, toccando ruoli complessi e drammatici. Ma Lemmon & Curtis, evoluzione o meno, sono legati, davvero indissolubilmente, a quel titolo strepitoso, A qualcuno piace caldo.


Liturgia
La canonica liturgia vuole che Tony cominciasse con qualche particina in teatro, fosse notato dal solito talent scout e che gli si aprissero la porte di Hollywood, porte piccole, prima del grande successo.
La sua prima apparizione un passaggio di qualche secondo in Doppio gioco, del '48, di Robert Siodmak, protagonista Burt Lancaster. Tony balla un mambo con Yvonne De Carlo. A posteriori naturalmente si dir: "Pochi secondi, ma si vedeva che la stoffa c'era". Nel '50 da qualche secondo passa a un paio di minuti in Winchester '73, di Anthony Mann, con James Stewart, ma il suo nome continua a non essere nel cast. E comunque il primo ruolo da protagonista lo ottiene in un film di avventura, Il principe ladro. Aitante nonostante una statura solo normale, atletico, si rivela ottimo anche per quei ruoli. Nello Scudo dei Falworth indossa una calzamaglia come una seconda pelle. Qualcuno scriver "Solo Errol Flynn la portava come lui". Da grande attore qual stato nulla gli era inibito, neppure ruoli drammatici. Da ricordare l'antagonista debole e cinico di Burt Lancaster in Piombo rovente. E un'altra menzione "avventurosa": ancora una volta antagonista di Lancaster in Trapezio, dove volteggiava come un vero acrobata. Nello Strangolatore di Boston un serial killer psicopatico e Curtis davvero stravolge la sua maschera, non sembra lui.

Culto
Ha saputo anche adattarsi al piccolo schermo, con un serial cosiddetto di culto, Attenti a quei due, con Roger Moore. Ma se dobbiamo estrarre un ruolo, un'immagine che aderisca a Tony, che vada oltre "A qualcuno", il marinaio irresistibile di Operazione sottoveste, vicino a Cary Grant. Quando si saluta uno come Tony Curtis, uno dell'et d'oro di Hollywood e del cinema, perdonabile anche una piccola enfasi. Anche perch ormai non saranno pi molte le enfasi. Di quelle generazioni rimane ancora poca gente. Occhi azzurri con sorriso. Quello era Curtis. E ricordandolo inevitabile che scappi, a chi lo vedeva nei film, un automatico sorriso. E oggi non davvero poco.

   

Muore uno degli attori dell'et d'oro di Hollywood.

Tony Curtis muore a 85 anni

gioved 30 settembre 2010 - Marlen Vazzoler cinemanews

Tony Curtis muore a 85 anni Circa un'ora fa Entertainment Tonight ha comunicato la notizia della morte, a 85 anni, dell'attore Tony Curtis. Un rappresentante della figlia, Jamie Lee Curtis, ha confermato la dipartita ma non ha provvisto ulteriori dettagli riguardanti le circostanze.
Curtis conosciuto soprattutto per il ruolo di Antonino accanto a Kirk Douglas in Spartacus e per quello di Joe in A qualcuno piace caldo di Billy Wilder, recitato a fianco di Jack Lemmon e Marilyn Monroe. Nel 1959 ottenne la sua unica nomination agli Oscar come miglior attore protagonista per il ruolo di John 'Jocker' Jackson in La parete di fango di Stanley Kramer, interpretato fra l'altro anche da Sidney Poitier e Lon Chaney Jr.
Nato a New York il 3 giugno del 1925, dopo la sua esperienza in Marina decise di studiare recitazione. Grazie ad un contratto con la Universal Pictures si trasfer a Hollywood, dove inizi la sua carriera d'attore. Dei sei figli avuti durante i suoi cinque matrimoni, Jamie Lee Curtis, avuta dalla prima moglie Janet Leigh (anch'ella attrice), l'unica che riuscita a seguire con successo le orme del padre.
Negli ultimi anni l'attore ha dichiarato: "Ho fatto 122 film e oso dire che c' una pellicola alla quale ho partecipato che al momento in onda da qualche parte nel mondo e questo avviene ogni giorno della settimana".

A qualcuno piace caldo

* * * * 1/2
(mymonetro: 4,62)
Un film di Billy Wilder. Con Jack Lemmon, Billy Gray, Joan Shawlee, Marilyn Monroe, Tony Curtis.
continua»

Genere Commedia, - USA 1959. Uscita 03/07/2012.

Spartacus

* * * * -
(mymonetro: 4,06)
Un film di Stanley Kubrick. Con Kirk Douglas, Laurence Olivier, Jean Simmons, Charles Laughton, Peter Ustinov.
continua»

Genere Storico, - USA 1960.

Operazione sottoveste

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,76)
Un film di Blake Edwards. Con Cary Grant, Tony Curtis, Joan O'Brien, Dina Merrill, Gene Evans.
continua»

Genere Commedia, - USA 1959.

Gli ultimi fuochi

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,63)
Un film di Elia Kazan. Con Robert Mitchum, Tony Curtis, Robert De Niro, Jeanne Moreau, Jack Nicholson.
continua»

Genere Drammatico, - USA 1976.

Francis, il mulo parlante

* * * - -
(mymonetro: 3,00)
Un film di Arthur Lubin. Con Donald O'Connor, Patricia Medina, Zasu Pitts, Ray Collins, John McIntire.
continua»

Genere Comico, - USA 1950.
Filmografia di Tony Curtis »

mercoled 26 settembre 2018 - Dal 5 ottobre a Milano sar presentata la nuova stagione cinematografica in un'ottica che ricerca interazione tra cinema, arti visive e altre discipline.

Il cinema di Fondazione Prada: meglio dei Festival

Pino Farinotti cinemanews

Il cinema di Fondazione Prada: meglio dei Festival La Fondazione Prada una straordinaria eccellenza italiana. Dal 1993 organizza eventi con una visione che accorpa, al pi alto livello, le discipline pi nobili nel quadro dell'arte contemporanea e della cultura. Negli anni, nelle sue sedi di Milano e Venezia, ha ospitato i pi grandi artisti del mondo. Dal 5 ottobre, a Milano, verr presentata la nuova stagione cinematografica: incontri, tavoli, proiezioni, maratone. Lo dico in chiave strettamene personale: la rassegna non ha davvero nulla da invidiare a Cannes e Venezia, anzi, assume un tratto identitario pi preciso: non ci sono condizionamenti di carattere politico, etnico, con sezioni che, per dare spazio a... troppi, finiscono per pagare il prezzo della qualit. Il programma cinematografico della Fondazione si divide in tre sezioni. Il venerd il giorno della Soggettiva, con la partecipazione di importanti personalit che appartengono a culture diverse e che condivideranno col pubblico la scelta di opere che hanno determinato la formazione personale e culturale di generazioni. Ogni sabato proposta Indagine, la sezione che riunisce prime visioni e film che non sono stati distribuiti in Italia o che sono stati proiettati in rare occasioni. Ogni domenica si svolge Origine, titoli del passato restaurati e riproposti per rilevanza storica, attualit e valore cinematografico. La nuova programmazione riflette l'intenzione della Fondazione Prada di esplorare possibili interazioni tra cinema, arti visive e altre discipline e di presentare opere che sperimentano nuovi approcci all'immagine in movimento. Decisamente interessante, e culturalmente intensa, la "soggettiva" proposta da Theaster Gates, l'artista di colore di Chicago che ha portato le sue istallazioni nei musei di tutto il mondo; una personalit perfetta per il sincretismo, anima di tutto il programma. Le scelte di Gates intendono definire i codici estetico-culturali dell'identit afroamericana di questa epoca.

I titoli selezionati presentano una complessit di visioni sociali, culturali e politiche sulla comunit nera, attenta a non percorrere gli stereotipi razzisti o negativi presenti nel cinema classico hollywoodiano. I titoli appartengono a molti dei generi seppure con linguaggi propri: dal musical al film politico, dal cinema indipendente al documentario. L'insieme di queste rappresentazioni offre sguardi su visioni alternative, controverse e radicali della popolazione nera nella storia americana degli ultimi novant'anni.
I titoli: Body and Soul (USA, 1925) di Oscar Micheaux; Carmen Jones (USA, 1954) di Otto Preminger; La parete di fango (The Defiant Ones - USA, 1958) di Stanley Kramer; Sweet Sweetback's Baadasssss Song (USA, 1971) di Melvin VanPeebles; Killer of Sheep (USA, 1977) di Charles Burnett; Fa' la cosa giusta (Do the Right Thing - USA, 1989) di Spike Lee; Daughters of the Dust (USA, 1991) di Julie Dash; I Am Not Your Negro (USA, 2016) di Raoul Peck e Moonlight (USA, 2016) di Barry Jenkins.

Alcuni di questi film sono pietre miliari. Carmen Jones rivisitava la Carmen di Bizet col "valore Hollywood" (cio spettacolo e grandi modelli, come l'impareggiabile Dorothy Dandridge). Ne La Parete di fango Tony Curtis e Sidney Poitier sono due evasi che si odiano all'inizio per poi capirsi e aiutarsi. Sweet Sweetback's Baadasssss Song un primo motore, racconta di un nero che, per una volta, ribellandosi, non deve soccombere ma uscirne vincitore. Fa' la cosa giusta sollev polemiche ardenti: Spike Lee fu accusato di fomentare violenza presso le giovani generazioni afroamericane. Moonlight ha ottenuto, nel 2017, ben tre Oscar -miglior film compreso- riconoscimenti per la prima volta attribuiti a un titolo a tematica LGBT (cio l'omosessalit). Ma dico che manca il titolo-eroe Indovina chi viene a cena (1967 di Stanley Kramer), con Katharine Hepburn, Spencer Tracy e Sidney Poitier. Le dialettiche c'erano gi tutte, seppure un po' edulcorate. Il film produsse un incremento esponenziale dei matrimoni misti.

   

Altre news e collegamenti a Tony Curtis »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | [email protected]
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità