Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
luned 17 dicembre 2018

Luisa Ranieri

Da Antonioni ad Antonacci

45 anni, 16 Dicembre 1973 (Sagittario), Napoli (Italia)
occhiello
Ostetrica: E' femmina! (Cesare sviene)
Laura: Amore...
Infermiera: Si fatto male?
Cesare: No no, io svengo sempre cos, grazie!

dal film La vita una cosa meravigliosa (2010) Luisa Ranieri Laura
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Luisa Ranieri
Nastri d'Argento 2018
Nomination miglior attrice per il film Veleno di Diego Olivares



Prodotto da Kusturica, una commedia girata nei territori di Gomorra.

Mozzarella Stories, l'oro bianco made in Serbia

gioved 15 settembre 2011 - Ilaria Ravarino cinemanews

Mozzarella Stories, l'oro bianco made in Serbia Girato a Caserta, nella terra in cui il (neo)regista Edoardo De Angelis nato e cresciuto, Mozzarella Stories non ha niente a che vedere con le cupe ombrosit delle storie di Gomorra. Racconto quel vedo e che conosco ha detto De Angelis a margine della conferenza romana in cui ha presentato il suo esordio e ho scelto di farlo in chiave leggera. Non potrei scrivere una storia alla Saviano, anche se riconosco la drammaticit di certe situazioni. Al cinema dal 23 settembre in 100 copie, coprodotto da Bavaria Media Italia, Eagle Pictures, Centro Sperimentale di Cinematografia e Rasta International di Emir Kusturica, Mozzarella Stories la prima prova da regista di De Angelis, ennesimo (ottimo) filmaker made in Centro Sperimentale: per il suo film una troupe di tecnici giovanissimi e un cast di volti interessanti, da Massimiliano Gallo a Gianpaolo Fabrizio, da Andrea Renzi alla figlia darte Aida Turturro, e per la prima volta sullo schermo (anche se per qualche istante) la coppia Luisa Ranieri e Luca Zingaretti. stato Luca a incoraggiarmi, quando per la prima volta gli ho chiesto un consiglio di lavoro ha detto la Ranieri perch la storia di Edoardo mi sembrava bella, eccessiva e forte, ma anche molto pericolosa. E nel nostro mestiere, se sbagli un paio di film, la gente ti abbandona. Risultato: la Ranieri ha accettato, entrando in stato di grazia nella famiglia del film, e il compagno lha affiancata in corsa, per sostituire un attore americano confessa lei - che ci aveva abbandonato allultimo.

Intervista alla protagonista del film Luisa Ranieri.

Mozzarella Stories: rimettersi in discussione in un'opera prima

luned 20 settembre 2010 - Fiorella Taddeo cinemanews

Mozzarella Stories: rimettersi in discussione in un'opera prima L uisa Ranieri ha modi garbati, di un'eleganza antica, tipica delle donne del sud. Occhi magnetici, un innegabile fascino, ma anche una simpatia istintiva che non crea soggezione negli uomini e invidia nelle donne. L'attrice napoletana sta ultimando le riprese a Caserta di Mozzarella Stories, un country movie che la vede protagonista, affiancata da Giampaolo Fabrizio, Massimiliano Gallo, Andrea Renzi. Un'operazione "coraggiosa" come la definisce la stessa Ranieri, ma "necessaria". Il film infatti l'opera prima del giovane casertano Edoardo de Angelis, diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia. Un lavoro che si preannuncia ambizioso quello di Mozzarella Stories. Tra i produttori, insieme a Bavaria, Eagle Pictures e Centro Sperimentale di Cinematografia Production, c' anche la Rasta International di Emir Kusturica. E la trama sembra lontana dagli esordi dei registi italiani: una commedia noir a base di country campano, canzoni napoletane, bufale, camorra casertana e mafia cinese. Nel cast anche Aida Turturro.

Luisa, quando ha deciso di aderire a questo progetto?
Edoardo mi ha scelta vedendomi a teatro. Ho poi letto il copione e sono rimasta estremamente sorpresa. una storia eccessiva, forte, mi piaciuto subito il linguaggio cinematografico usato. un qualcosa che in Italia non esiste, ricorda la vena di Almodovar. Edoardo ha le idee molto chiare, cosa sempre pi difficile di questi tempi, soprattutto per i giovani.

Che ruolo interpreta nel film?
Il personaggio Sofia, la figlia di Ciccio 2 (Giampaolo Fabrizio), il signore assoluto di un impero basato su latte e mozzarelle. una donna che non sa quello che vuole. schiacciata dal padre. La classica bella statuina, truccata e preparata anche alle sette del mattino. Ma il personaggio avr un'evoluzione e si scopriranno le sue doti imprenditoriali. E ne verranno apprezzate le idee.

Come si trovata nella dimensione country?
Mi sono divertita molto. Le bufale sono stupende. Ti riconoscono dopo un po' che ci sei a contatto. Sono anche finita in un recinto chiuso a dare da mangiare a dei vitelli.

la protagonista di un'opera prima di un regista giovane. Sente una responsabilit, ne stata contenta?
stato bellissimo mettersi in gioco, in discussione. un film nuovo, con uno stile eccessivo, sopra le righe, sono contenta di esserci. Anche perch ambientato nel meridione. Edoardo poi ha mostrato una grande competenza nel dirigere gli attori e nella capacit di avere, chiara, una visione d'insieme del film.

Da come ne parla sembra che non sempre sia possibile lavorare cos.
Credo che questo film sia una grande chance di fare una cosa diversa. Sono da sostenere i progetti cos. In fondo se non ci rimbocchiamo noi le maniche, mettendoci in discussione, facendo bene il nostro lavoro, chi lo deve fare? Non c' molto altro in questo momento. Nella cultura non si investe. Siamo noi, i diretti interessati, a dover osare. Diciamo che una sorta di resistenza.

Nel film c' un cameo che la riguarda da vicino.
Si, c' un'amichevole partecipazione di Luca Zingaretti. Anche lui si molto divertito e ha avuto molta fiducia in Edoardo.

Dopo la fine delle riprese, a cosa si dedicher?
Parto subito per la Francia. Recito in Croisire, il nuovo film di Eric Lavaine, con Franck Dubosc. Gireremo in America, tra Miami e i Caraibi. Sar una "italiana", ma recito in francese. Poi da gennaio torno a teatro con "L'oro di Napoli".

Un anno faticoso?
Ho molta voglia di lavorare e di fare personaggi diversi da me. Basta con la bella del sud. Mi voglio divertire a fare cose che non so ancora fare.

Al Roma Fiction Fest presentata la nuova fiction di Genovese e Miniero, in arrivo a settembre.

Amiche mie, la versione italiana di Sex and the City

luned 14 luglio 2008 - Alessandra Giannelli cinemanews

Amiche mie, la versione italiana di Sex and the City Carrie, Samantha, Charlotte e Miranda? Le abbiamo anche noi! Sono: Cecilia Dazzi, Elena Sofia Ricci, Luisa Ranieri e Margherita Buy! Quattro amiche alla disperata ricerca di amore e amicizia, nella nuova fiction prodotta da MediaVivere, Amiche mie, che andr in onda su Canale 5, il prossimo autunno, in sei puntate per dodici episodi. Sex and the city o casalinghe disperate? Lo scopriremo presto, seguendo le avventure di queste quattro bravissime interpreti, come gli stessi registi, Luca Miniero e Paolo Genovese (registi del prezioso Incantesimo napoletano), puntualizzano, aggiungendo che Amiche mie si un prodotto televisivo, che per ha molto del cinematografico. Presentato, alla serata premire del RFF, da Cristiana Farina, sceneggiatrice e "produttrice creativa", una nuova figura di cui la stessa Farina parla, spiegando che esiste gi in Italia e ha il compito di supervisionare tutti i passaggi artistici successivi alla scrittura insieme al produttore: si fa un cast, si scelgono i registi, si decide il costumista si d un indirizzo che si diriga all'idea originaria.
Una fiction nuova, quindi, della quale loro stesse ci parlano.

Vincenzo Salemme torna al cinema in forma smagliante con un film leggero e divertente.

SMS, la commedia degli equivoci servita su un piatto di corna

venerd 5 ottobre 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi cinemanews

SMS, la commedia degli equivoci  servita su un piatto di corna Tommaso (Vincenzo Salemme) ha una moglie meravigliosa che lo ama e lo sostiene e due figli adolescenti diversi, l'uno dall'altra, per carattere e approccio al mondo. Un giorno, per errore, invia un sms alla moglie del migliore amico Gino (Giorgio Panariello), un collega avvocato che ha alle spalle due matrimoni ed noto per essere uno sciupafemmine. Dall'equivoco ha inizio un focoso scambio di messaggi con Chiara che si dimostra pi che felice di intraprendere, eventualmente, una relazione extraconiugale con lui. Riuscir Tommaso a tirarsi indietro di fronte alle avances della bella e sensuale Chiara? SMS - Sotto mentite spoglie la nuova divertentissima commedia di Vincenzo Salemme che ha come protagonisti (oltre allo stesso regista e al comico toscano che gli fa egregiamente da spalla) Lucrezia Lante Della Rovere, Luisa Ranieri ed Enrico Brignano. Abbiamo incontrato il cast al completo in occasione dell'allegra conferenza stampa che si tenuta questa mattina a Roma.

venerd 16 novembre 2018 - Credere nella vita oggi pi che mai un atto di fede. Ce lo ricorda il film di De Angelis, dal 22 novembre al cinema.

Il vizio della speranza, una fiaba (nera) sulla vita e sulla nativit

Claudia Catalli cinemanews

Il vizio della speranza, una fiaba (nera) sulla vita e sulla nativit Credere nella vita oggi pi che mai un atto di fede. Ce lo ricorda Il vizio della speranza che, dopo aver ritirato premi ai festival di Tokyo e Roma, esce finalmente in sala. interpretabile come una fiaba sulla vita e sulla nativit, questo quarto film firmato da Edoardo De Angelis, che pare voler tracciare un filo di continuit con la sua cinematografia precedente, continuando a raccontare gli ultimi senza distacco n sguardo giudicante, ma stando fedelmente dalla loro parte, inchiodato ai loro volti colmi di tormento e colorati di umanit. Pina Turco ha la grazia di Luisa Ranieri di Mozzarella Stories, il carattere tumultuoso di Simona Tabasco di Perez., la fame di riscatto e libert delle gemelle Marianna e Angela Fontana di Indivisibili. Maria insieme sintesi di un femminile contemporaneo e simbolo del femminile universale, colei che agisce, lotta, fugge e protegge, e ancora crede e spera malgrado tutto. Si ammala di speranza e prova a contagiare con essa un mondo che le si rivela di colpo ben pi malato di lei.

Del resto il nome della protagonista, interpretata con rara convinzione dalla brava Pina Turco, pare tutt'altro che casuale. Maria, colei che chiamata a dare la vita e farsi madre delle madri. Non lo sa, e inizialmente la vediamo intenta a traghettare ogni giorno anime in difficolt verso un destino infame prestabilito. Accompagna ragazze gravide che partoriranno bambini da vendere ai pi abbienti, fin quando non scoprir di essere lei stessa portatrice di vita.

Allora come un'altra Maria, divenuta leggendaria, anche lei dovr compiere un viaggio - dentro se stessa, innanzi tutto - per far venire alla luce il suo bambino. Dovr ribellarsi, superare paure e pregiudizi, allontanarsi dalla citt natale, girovagare, smarrirsi, chiedere l'aiuto di un "uomo buono", per poi approdare finalmente ad un alloggio di fortuna. E l, al freddo, scoprir di voler cedere con tutta se stessa al vizio che, scriveva Sciascia, l'umanit non riesce mai a togliersi: la speranza.

   

venerd 2 novembre 2018 - Pluripremiato al Tokyo Film Festival, un film che sa convincere.

Coerenza, maturit, tenacia: il vizio della speranza, l'Italia che piace all'estero

Claudia Catalli cinemanews

Coerenza, maturit, tenacia: il vizio della speranza, l'Italia che piace all'estero Ha appena vinto il primo premio come miglior regia al Tokyo International Film Festival, che ha riconosciuto come miglior interprete anche la sua protagonista Pina Turco. Una vittoria che consolida il premio del pubblico ricevuto di recente alla tredicesima edizione della Festa del cinema di Roma e che spazza via ogni dubbio: Il vizio della speranza un film che sa convincere. Prima ancora delle giurie, i selezionatori dei festival internazionali che, da Toronto a Londra, passando appunto per Tokyo, lo hanno fortemente voluto.
Prima riflessione, doverosa: non affatto comune, per un autore del '78 - e per un regista italiano che non si chiami Garrone o Sorrentino - ricevere tutta questa attenzione a livello internazionale. Se la forza di un regista sta nel rimanere coerente con la sua concezione di cinema, De Angelis ha dimostrato ampiamente non solo di avere un suo stile ormai maturo e riconoscibile, ma di voler insistere nel raccontare gli ultimi che non si arrendono al proprio destino - le gemelle di Indivisibili, come Maria di Il vizio della speranza.
Pina Turco dona a Maria un'aurea di grazia e maturit, rendendo profondamente credibile con il suo volto inquieto un personaggio borderline: al servizio di una malavitosa ingioiellata, la Caronte di un commercio illegale di bambini nella terra di nessuno. Dove dormire per sempre, come recita Cristina Donadio in una battuta memorabile, si configura come il sogno pi desiderabile. Immettendosi sulla scia dei grandi cineasti contemporanei - su tutti Alfonso Cuarn, che con il suo Roma ha scelto di raccontare le (dis)avventure quotidiane ed emotive della sua tata - De Angelis continua a firmare opere che non risentono delle mode del momento e non si fanno influenzare dalle tendenze. Sceglie generalmente attori lontani dal mainstream ma vicini alla verit delle storie che mette in scena (fatta eccezione per Luisa Ranieri e Luca Zingaretti, protagonisti rispettivamente di Mozzarella Stories e Perez., immessi tuttavia in contesti e situazioni decisamente lontani da quelli in cui siamo abituati a vederli muovere). Punta su volti di attrici magnetiche e poco conosciute, capaci di restituire tutta la forza vitale di personaggi mai facili, mai descrivibili in una riga, sempre profondamente stratificati a livello psicologico ed emotivo. Maria di Il vizio della speranza lo senz'altro: nata figlia di una madre sconfitta, di un sistema malato e di una societ che la confina all'ultimo gradino, una donna che prova a ribellarsi, alzare la testa, gridare al mondo la sua esistenza. Tra baracche fetide e pescherecci che sanno di stantio - c' film pi riuscito di quello che riesce a evocare gli odori? - si aggira con la grazia di chi realizza che un nuovo mondo (ancora) possibile. Un inno alla vita che diventa metaforico dentro una capanna, e universale per chi, insieme alla protagonista, da qualunque parte del mondo scelga di guardare con speranza l'orizzonte.

   

Altre news e collegamenti a Luisa Ranieri »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità  


中超第24轮:天津泰达VS杭州绿城(20110918) | Less Than Evil (Bad Detective Nabbeun Hyungsa 나쁜 형사) E03-E04-NEXT-VIU | Анатолий Руденко