MYmovies.it
Advertisement
Leoni per agnelli: la guerra per (ri)svegliare le coscienze dei giovani

Robert Redford e Tom Cruise a Roma raccontano la genesi del film.
di Tirza Bonifazi Tognazzi

Il film

martedì 23 ottobre 2007 - Incontri

Il film

Il senatore repubblicano Jasper Irving (Tom Cruise) sta per rivelare a una giornalista televisiva (Meryl Streep) la storia sensazionale sulla quale la donna sta facendo delle ricerche: una nuova strategia bellica. Nel frattempo, il dottor Malley (Robert Redford), un professore universitario un tempo idealista, cerca di incoraggiare un suo studente (Andrew Garfield) a utilizzare il suo enorme potenziale e concentrarsi sugli studi. Dall'altra parte del mondo due ex allievi di Malley (Derek Luke e Michael Peña) stanno per intraprendere una missione segreta nel tentativo di dare una svolta alla guerra nell'Asia centrale. La guerra che fa da sfondo al nuovo film di Robert Redford è solo un espediente per parlare degli effetti che i recenti eventi hanno avuto sul mondo e di come sia fondamentale il ruolo dei media, dei politici, delle istruzioni e dei giovani per il futuro dell'umanità. "Quello che mi interessava in particolare" spiega il regista, "era l'idea che queste storie, in qualche modo, potessero essere messe insieme in maniera drammatica, per spingere il pubblico a riflettere su quale sia la nostra situazione attualmente".

Genesi
Robert Redford: Quando ho letto la sceneggiatura ho subito pensato che fosse molto intelligente. Non parlava della guerra in Iraq ma di qualcosa di molto più profondo: di quali siano stati gli effetti e le conseguenze degli accadimenti degli ultimi anni sulle persone. Soprattutto utilizza la guerra per parlare del ruolo dei media, della politica, dell'istruzione e della gioventù degli Stati Uniti ed era un argomento che mi stava particolarmente a cuore. Un'altro motivo che mi ha convinto a fare Leoni per agnelli è che non ne sono ancora stati fatti film su questo argomento. Gli americani preferiscono gli action movie pieni di effetti speciali, mentre questo è un film che chiede alle persone di fermarsi e riflettere. Ma è vero che il cinema deve anche intrattenere e Leoni per agnelli offre senz'altro anche intrattenimento.

La direzione di Redford
Tom Cruise: Quando Bob mi ha proposto la parte ero molto eccitato perché era da tanto che volevo lavorare con lui. Come attore e come regista è sempre stato un passo avanti agli altri, ha rotto con gli studios per poter fare i film che voleva e per questo lo stimo moltissimo. In Leoni per agnelli interpreto un senatore repubblicano e si trattava di una grande sfida perché il personaggio non ha niente a che vedere con me e non potevo farne una caricatura, doveva sembrare reale. Leoni per agnelli non è un film bellico, ma è un film che si spera farà riflettere e aprirà un dialogo. I film che in generale mi piacciono di più sono quelli che rimangono rilevanti anche dopo tanti anni, e credo che questo film lo sarà. Inoltre non credo che nessuno avrebbe potuto girarlo a parte Robert Redford. Lavorare con lui è stata un'esperienza molto positiva. Soprattutto è stato fantastico vederlo interagire con Meryl Streep. Quando li guardavo parlare mi sembrava di avere davanti scene da La mia Africa.

Politica
Robert Redford: Quando ero giovane non me ne importava niente della politica, ero disilluso e pensavo che i politici non facessero altro che mentirci. Poi all'età di diciotto anni sono venuto in Europa a studiare arte e quando affrontavo l'argomento politica con i miei compagni, che fosse in Francia o in Italia, mi dicevano che ero un pazzo a non interessarmene, perché riguardava anche me, il mio paese e il mio futuro. Così ho cominciato a guardare alla politica con un piglio europeo e mi sono appassionato. Oggi succede praticamente quello che succedeva a me allora, i giovani non sono più interessati alla politica, ne hanno viste troppe e sono scettici e disincantati. E questa è anche colpa nostra, ma non bisogna dimenticare che saranno loro a governare il paese. Per questo è importante portare la gente, e soprattutto i giovani, a riflettere.

Gallery


Robert Redford (Charles Robert Redford Jr.) (82 anni) 18 agosto 1936, Santa Monica (California - USA) - Leone. Regista del film Leoni per agnelli.
Genesi
Tom Cruise (Thomas Cruise Mapother IV) (56 anni) 3 luglio 1962, Syracuse (New York - USA) - Cancro. Interpreta Il senatore Jasper Irving nel film di Robert Redford Leoni per agnelli.
La direzione di Redford
Robert Redford (Charles Robert Redford Jr.) (82 anni) 18 agosto 1936, Santa Monica (California - USA) - Leone. Regista del film Leoni per agnelli.
Politica
Il trailer
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati
1x06 Marvel's Cloak & Dagger | Godzilla: Kessen Kidou Z | Meri Guriya