The Darkness and the Light | Privacy Messenger Pro apk v3.3.8 Unlocked [Latest] | Cece2006
MYmovies.it
Advertisement
Udo Kier, il Macao Film Festival premia l'attore tedesco

Omaggio a una carriera lunga più di 50 anni che lo ha visto lavorare con i più acclamati e controversi registi.
di Francesca Ferri

Udo Kier (Udo Kierspe) (74 anni) 14 ottobre 1944, Colonia (Germania) - Bilancia.
domenica 10 dicembre 2017 - Festival

Frankenstein, Dracula e Dr. Jeckyll, sono le maschere spesso associate a Udo Kier. L'attore tedesco, però, conta oltre 300 titoli a cui ha lavorato con i più acclamati e controversi registi in una carriera lunga più di 50 anni che viene premiata alla seconda edizione del Macao International Film Festival. E per l'occasione Udo Kier assisterà alla presentazione di uno degli ultimi film a cui ha preso parte, Brawl in Cell Block 99. Richiesto da registi come Gus Van Sant, Lars Von Trier, Werner Herzog e Dario Argento, Udo Kier ha sperimentato diversi ruoli e generi, dai film americani indipendenti ai grandi classici fino ai blockbusters di Hollywood come Ace Ventura: Pet Detective, BladeArmageddon. Nuovi progetti, inoltre, lo riporteranno a breve sul grande schermo in film di fantascienza come Downsizing (guarda la video recensione) di Alexander Payne, presentato alla 74. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, o Iron Sky 2 di Timo Vuorensola, film di guerra come The Painted Bird di Vaclav Marhoul e di crimine come American Animals di Bart Layton tra gli altri. Eppure è come vampiro capace di risvegliare gli istinti più bassi che ci piace ricordare Udo Kier, tra sangue, tenebre e nudità di un cinema al limite dell'orrore.

Nato a Colonia durante la seconda guerra mondiale, Udo Kier viene salvato insieme alla madre dall'ospedale distrutto da un bombardamento che non risparmierà, invece, il padre.
Francesca Ferri

A 18 anni si trasferisce a Londra per imparare l'inglese ma poi finisce per prendere corsi di recitazione. Così gli viene offerto il ruolo di gigolò dal regista Michael Sarne per il suo film Road to Saint Tropez (1966). Una piccola parte ma che segna l'inizio della sua carriera. Il suo primo successo è invece Mark of the Devil (1970), segnalato con la V di violenza nei cinema che insieme ai biglietti vendono sacchetti per il mal di stomaco. Censurato in 31 Paesi, il film scandalizza per il trattamento di sesso e violenza.


CONTINUA A LEGGERE
In foto Udo Kier.
In foto Udo Kier.
In foto Udo Kier.

Per caso in un viaggio in aereo poi, Kier incontra il regista Paul Morrissey che gli offre un ruolo da protagonista in Il mostro è in tavola... barone Frankenstein (1973), e che insieme a Dracula cerca sangue di vergine... e morì di sete!!! (1974), fanno dell'attore tedesco un figura di culto dell'horror erotico. Dei due film, che diversamente da come si racconta non vennero ideati da Andy Warhol, Kier racconta di avere vividi ricordi, soprattutto della "scena degli organi interni" di Il mostro è in tavola... barone Frankenstein in cui è stato costretto a prendere con le sue braccia nude le vere viscere di alcuni animali e mettersele in faccia.

Affermatosi come icona del genere cult-trash, Udo Kier continua così negli anni '70 a partecipare a film tra l'horror e l'erotismo soft tra cui The Salzburg Connection, The Story of OSpermula and Trauma (House on Straw Hill). 
Francesca Ferri

Si distingue però l'horror stregonesco di Dario Argento, Suspiria (1977), e poi da quando si innamora del regista tedesco Rainer Werner Fassbinder, suo compagno per breve tempo, emergono anche melodrammi della "nuova onda" tedesca come il film La terza generazione (1979), il telefilm Berlin Alexanderplatz (1980), Lili Marleen (1981) e Lola (1981).

Ma è l'incontro con Lars Von Trier a segnare una rinascita di Udo Kier, che diventerà suo attore feticcio nonché padrino della figlia Agnes. Dal loro connubio artistico emergono numerosi titoli: Epidemic (1987), il film tv Medea (1988), Europa (1991), le miniserie horror Il Regno (1994) e Il Regno II (1997), il magnifico Le onde del destino (1996), il musicale Dancer in the Dark (2000) con Catherine DeneuveDogville (2003) con Nicole Kidman e Manderlay (2005), Melancholia (2011) e Nymphomaniac (2013).


VAI ALLO SPECIALE MACAO FILM FESTIVAL CONTINUA A LEGGERE
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati