Vizi di famiglia

Film 2005 | Commedia +13 96 min.

Titolo originaleRumor Has It...
Anno2005
GenereCommedia
ProduzioneUSA, Australia
Durata96 minuti
Regia diRob Reiner
AttoriJennifer Aniston, Mark Ruffalo, Shirley MacLaine, Kevin Costner, Richard Jenkins Christopher McDonald, Mena Suvari, Steve Sandvoss, Kathy Bates, Mike Vogel, Marcia Ann Burrs.
Uscitavenerdì 23 dicembre 2005
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,64 su 27 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Rob Reiner. Un film con Jennifer Aniston, Mark Ruffalo, Shirley MacLaine, Kevin Costner, Richard Jenkins. Cast completo Titolo originale: Rumor Has It.... Genere Commedia - USA, Australia, 2005, durata 96 minuti. Uscita cinema venerdì 23 dicembre 2005Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,64 su 27 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Vizi di famiglia tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Una giovane donna scopre che la sua famiglia è stata origine dell'ispirazione del romanzo 'Il laureato', da cui è stato tratto il capolavoro di Mike Nichols, e che lei stessa potrebbe essere frutto dell'unione ivi descritta. In Italia al Box Office Vizi di famiglia ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 3,1 milioni di euro e 53,1 mila euro nel primo weekend.

Vizi di famiglia è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato nì!
2,64/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA 1,60
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO NÌ
Rob Reiner firma una gradevole commedia con un cast brillante in cui spicca Costner.
Recensione di Pino Farinotti
Recensione di Pino Farinotti

Charles Webb, chi era costui? È certamente più noto un suo romanzo, Il laureato. Webb, per la sua storia che nel '67, grazie al film, girò il mondo, si ispirò a una famiglia vera di Pasadena, gli Huttinger, diventati nella finzione i Robinson. Insomma, la matura Anne Bancroft (cioè la signora Robinson) che sedusse il neolaureato Dustin Hoffman innamorato di sua figlia Katharine Ross, la ritroviamo qui nei panni di Shirley MacLaine, la nonna Katharine. La figlia è morta giovane. È rimasta la nipote. Ecco che nel '97 la nipote, la trentenne Sara Huttinger (Aniston), giornalista frustrata del New York Times, torna a Pasadena in compagnia del fidanzato Jeff (Ruffalo), per le nozze di sua sorella, la cretina Annie (Suvari). Sara, durante la festa, fra un pettegolezzo, una data sospetta e una vecchia fotografia, si convince di non essere figlia di suo padre ma di tale Beau Burroughs (Costner), che poi sarebbe il Dustin di allora. La madre era fuggita in Messico poco prima delle nozze per raggiungere l'irresistibile Beau. Dopo un week end di fuego era tornata per sposare il mite papà. Da lì, appunto, il sospetto sulla paternità. Sara risale a Beau, che dunque ha già sedotto nonna e madre (in realtà ne fu sedotto) e lo rintraccia a San Francisco. E siccome Beau è Costner, una sorta di Bill Gates con lo charme di Kevin, l'irrequieta Sara si risveglia nel letto della di lui villa sul mare. Ad essere sedotta, anzi a sedurre, è toccato anche alla terza generazione. Dopo naturalmente che Sara ha appurato di non esser figlia di Beau, "scientificamente" reso sterile da una "pedata nelle palle" rimediata durante una partita di calcio, sferratagli, si saprà, proprio dal padre di Sara. Ma guarda il destino. Niente incesto dunque, meno male. Sara alla fine ha le sue risposte, rassicuranti. Un plot del genere sarebbe scivolato disperatamente lungo il versante ridicolo. Ma regista e attori, e anche autori, lo salvano e tutto diventa una sorta di thriller-un-po'-grottesco-ma-gradevole-del-sesso-e-del-cuore. Arriva Kevin e il film prende vita. Ah se non si fosse macerato con iniziative alla Waterworld o L'uomo del giorno dopo impegnandosi su temi immani e astrusi che non gli appartengono. Rimane il cinquantenne più affascinante del cinema. Non è poco. Infine va rilevata l'estetica-video furba di Reiner: mari azzurri, valli verdi (c'è Costner no?), feste in smoking, e l'estetica-audio: musiche di Porter, Gershwin, e la mitologica As Time Goes by di Casablanca. E una bella battuta di Beau-Costner: "la storia era tutta vera salvo un dettaglio, non mi ero laureato, ma il film non poteva mica intitolarsi "il bocciato".

Sei d'accordo con Pino Farinotti?
VIZI DI FAMIGLIA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 17 ottobre 2016
Onufrio

Commedia americana incentrata sul famoso film "Il Laureato", prendendo spunto dal romanzo poi divenuto film che narra la storia di una famiglia di Pasadena. La leggenda metropolitana investirà Sarah, giornalista addetta ai necrologi, che insieme al fidanzato si reca nella natia PAsadena per il matrimonio della sorella (Mena Suvari), antichi ricordi mai del tutto accantonati riaffievoliscono [...] Vai alla recensione »

mercoledì 16 giugno 2010
doni64

Film piacevole..stuzzichevole con una trama interessante e molto gradevole.Brava come sempre ma sopratutto bella e' l'interprete principale Jennifer Aniston che rende il film piu' che simpatico.Voto 7+ 

mercoledì 17 giugno 2009
paride86

La domanda principale che assale lo spettatore quando guarda questo film è: ma perché? Mi riferico a "Il laureato", ovviamente. Questi "tributi" io proprio non li capisco. Comunque la storia è presto detta: Sarah scopre di essere la nipote di Mrs. Robinson e da qui si dipana una storia piuttosto banale e insipida che diverte solo per alcuni picchi di verve degli attori.

sabato 22 gennaio 2011
AniStreep

a dir la verità pensavo peggio....film carino dai :) lo consiglio...bravi gli attoriiii ;) da vedereeee ;)

sabato 11 luglio 2009
atticus

Mi dico: wow, una sorta di "Laureato" quarant'anni dopo, con la regia dell'intelligente Reiner e, caspita che cast! Corro a vederlo! E che cosa mi ritrovo? Un ora e mezza di isterismi e lagne, con personaggi caricaturali interpretati da attori sopra le righe, dubbia ironia (decisamente di cattivo gusto la sospetta incestuosità), sceneggiatura inerte che spreca un ottimo soggetto e regia assente.

Frasi
Non sono venuta qui a dirti che non riesco a vivere senza di te: ci riesco, a vivere senza di te. È solo che non voglio.
Una frase di Sarah Huttinger (Jennifer Aniston)
dal film Vizi di famiglia
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Un film per citare un altro film, citando contemporaneamente il romanzo da cui quest’altro film era stato ricavato. Non solo, ma immaginando che i personaggi del romanzo siano stati ispirati da persone realmente vissute alla fine dei Sessanta nell’esclusiva città di Pasadena e che adesso, alla fine dei Novanta, siano quasi tutti ancora vivi e vegeti in quella stessa città e su e giù per l’America. Vai alla recensione »

Alessandra De Luca
Ciak

L‘idea di partenza, bisogna ammetterlo, è davvero intrigante. Sarah (Jennifer Aniston), aspirante giornalista e pecora nera della famiglia sin dall’infanzia, scopre che la storia de Il laureato è ispirata ai fatti che hanno visto coinvolte negli anni Sessanta sua madre, ormai scomparsa, e la sulfurea nonna Katharine (Shirley MacLaine). Decisa a scoprire l’identità dell’uomo che sullo schermo aveva [...] Vai alla recensione »

Adriano De Carlo
Il Giornale

Un’ipotesi bizzarra apre questa intelligente commedia di Rob Reiner, che pretende che i personaggi del film Il laureato siano davvero esistiti. Per cui la giovane Sarah (Jennifer Aniston), con un presente problematico e un matrimonio immanente, scopre che la vicenda del Laureato è vera e che i suoi genitori ne ono stati i protagonisti. La celebre Mrs.

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

L’attrice si chiamava Anne Bancroft. Per chi ha visto Il laureato di Mike Nichols, è solo e sempre Mrs Robinson. La splendida signora un po’ annoiata, con l’eterna sigaretta in bocca, i cappellini e le calze nere, che seduceva Dustin Hoffman, un giovanotto ribelle che aveva vent’anni meno di lei. A letto ancora caldo, Benjamin mollava la madre per innamorarsi della figlia Elaine, fidanzata per sposarsi [...] Vai alla recensione »

Mariarosa Mancuso
Vanity Fair

La nonna non si faceva mancare nulla. Quando gli amanti giovani non erano ancora di moda, andava a letto con i giovanotti appena laureati, più o meno coetanei di sua figlia. Scoprirlo è già uno choc, per la nipote Sarah (Jennifer Aniston). E c’è di peggio: il pettegolezzo è ben noto agli amici, a parenti, ma anche a tutti quelli che — dal 1967 a oggi — hanno visto Il laureato di Mike Nichols.

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Vizi di famiglia di Rob Reiner, collocato nel 1997, prodotto anche da George Clooney e Steven Soderbergh con la loro società Section Eight, è una commedia molto particolare. Formalmente, è una commedia americana solita, con i soliti spunti narrativi (Jennifer Aniston, ragazza che tenta a New York di diventare giornalista, è costretta a tornare a casa in provincia per il matrimonio della sorella; nonna [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Nel "mondo fluttuante", come lo chiamano i narratori orientali, non c'è mai la sicurezza di nulla. Prendi il regista di Harry, ti presento Sally, due produttori solitamente avveduti (Clooney & Soderbergh), un bel cast, un soggetto stuzzicante e che ti vien fuori? Una mezza delusione. Sarah è in imbarazzo. Jeff, il ragazzo della porta accanto, le ha chiesto di sposarlo; identificando in lui più l'amicizia [...] Vai alla recensione »

Emanuela Martini
Film TV

Nell’antefatto di Vizi di famiglia («basato su un vero pettegolezzo»), si racconta di una signora di Pasadena che sedusse un giovanotto che poi s’innamorò di sua figlia e cercò di rubarla al fidanzato, e di Charles Webb, amico del ragazzo, che scrisse un romanzo di successo e del film che ne fu tratto, con Dustin Hoffman, Katharine Ross e Anne Bancroft.

Raffaella Giancristofaro
Film Tv

Vizi di famiglia è il primo film “basato su un vero pettegolezzo”. Rumor has it.., il titolo originale, significa infatti “corre voce”, “si dice in giro”. E Jennifer Aniston è una delle regine incontrastate del gossip hollywoodiano, così povero di rumors davvero succosi. Dopo aver dichiarato alla stampa di stare male al solo vedere l’ex marito insieme ad Angelina Jolie, la ragazza di Sherman Oaks di [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
L'Espresso

Vizi di famiglia di Rob Reiner comincia con l’avvertenza «Basato su un vero pettegolezzo», finisce con un matrimonio, rende omaggio con insistenza a Il laureato, il film del 1967 diretto da Mike Nichols in cui Dustin Hoffman s’innamora di Mrs. Robinson e anche della figlia di lei. È un film di modeste battute: «Mi piace volare. È cadere che detesto», dice la protagonista Jennifer Aniston, aspirante [...] Vai alla recensione »

Antonello Catacchio
Il Manifesto

Ricordate Il Laureato? La signora Robinson che seduce il giovane Benjamin fidanzato della figlia? Beh, era tutto vero, ci racconta fantasticando Rob Reiner in Vizi di famiglia. A Pasadena lo sapevano tutti, anche se poi la storia aveva preso una piega diversa e il vero Benjamin non avrebbe più ritrovato la sua ragazza sull'altare. Questo perché la ragazza sull'altare aveva sposato l'altro.

NEWS
NEWS
giovedì 4 giugno 2009
Edoardo Becattini

I piccoli adulti e la Grande Mela Nel nome di opere di culto dedicate alla città di New York e alla perdita dell'innocenza infantile, ha inizio una nuova settimana di proposte alternative alle prime vere calure estive.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati
Thám Tử Lừng Danh Conan chap 471 | 8 Colour Set Kids Whiteboard Marker Non Toxic Dry Erase Easy Wipe Bullet Tip Pen | Móviles y telefonía