Suffragette

Film 2015 | Drammatico +13 106 min.

Titolo originaleSuffragette
Anno2015
GenereDrammatico
ProduzioneUSA
Durata106 minuti
Regia diSarah Gavron
AttoriCarey Mulligan, Helena Bonham Carter, Brendan Gleeson, Anne-Marie Duff, Ben Whishaw Meryl Streep, Romola Garai, Samuel West, Geoff Bell, Natalie Press, Adrian Schiller, Morgan Watkins, Lorraine Stanley.
Uscitagiovedì 3 marzo 2016
TagDa vedere 2015
DistribuzioneBim Distribuzione
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,03 su 29 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Sarah Gavron. Un film Da vedere 2015 con Carey Mulligan, Helena Bonham Carter, Brendan Gleeson, Anne-Marie Duff, Ben Whishaw. Cast completo Titolo originale: Suffragette. Genere Drammatico - USA, 2015, durata 106 minuti. Uscita cinema giovedì 3 marzo 2016 distribuito da Bim Distribuzione. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,03 su 29 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Suffragette tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un dramma che ripercorre la storia delle militanti del primissimo movimento femminista, costrette ad agire clandestinamente in uno Stato sempre più brutale. Ha vinto un premio ai European Film Awards, In Italia al Box Office Suffragette ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 1,1 milioni di euro e 353 mila euro nel primo weekend.

Suffragette è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,03/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,70
PUBBLICO 3,39
CONSIGLIATO SÌ
Vitale e verace, Suffragette elude la rigidezza del film in costume e trova in Carey Mulligan una protagonista sensibile e ardente.
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 20 novembre 2015
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 20 novembre 2015

Londra, 1912. Maud Watts è una giovane donna occupata nella lavanderia industriale di Mr. Taylor, un uomo senza scrupoli che abusa quotidianamente delle sue operaie. Alcune di loro combattono da anni a fianco di Emmeline Pankhurst, fondatrice carismatica e ricercata della Women's Social and Political Union. Solidali e militanti, le suffragette combattono per i loro diritti e per il loro diritto al voto. Ignorate dai giornali, che temono gli strali della censura governativa, e dai politici, che le ritengono instabili e inette fuori dai confini concessi, decidono unite di passare alle maniere forti. Pietre contro le vetrine, boicottaggio delle linee telegrafiche, bombe in edifici rappresentativi (ma vuoti), scioperi della fame, tutto è lecito per avanzare la causa. Mite e appartata, Maud diventa presto una militante appassionata e decisa a vendicare le violenze in fabbrica e a riscattare una vita che la costringe alle dipendenze degli uomini. Arrestata più volte, perde il lavoro e viene 'ripudiata' dal marito che la caccia di casa e adotta a una famiglia borghese il loro bambino. Rimasta sola trova ragione e forza nella lotta politica, attirando con le sue sorelle l'attenzione del mondo che adesso dovrà starle a sentire.
A lungo e ingenuamente le abbiamo immaginate come nel film Mary Poppins, un pugno di borghesi gentili che bevono tè e sfilano gioiose dentro le loro camicette bianche impreziosite con fiori freschi e fasce di seta sul petto. Sarah Gavron le rivela invece per quello che le suffragette furono davvero, un piccolo esercito armato di operaie pronte a sabotare le loro città, a infrangere vetrine a colpi di pietra e a collocare bombe. Questa secondo la regista inglese è la vera storia delle suffragette, quella che la stampa dell'epoca si guardò bene dal raccontare, quella che ancora ci si guarda bene dal raccontare nelle scuole.
Suffragette non brilla per la sua forma, il film è più scritto che messo in scena, nondimeno Sarah Gravon e Abi Morgan hanno il merito di far conoscere questa versione dei fatti, celebrando la lotta per l'uguaglianza, contro le molestie sessuali e la disparità salariale che scosse l'opinione pubblica all'inizio del secolo. Sceneggiatrice di Suffragette e penna dietro The Iron Lady e The Hour (la serie televisiva), Abi Morgan sfoglia negli archivi, nelle lettere, nei diari intimi e mai pubblicati di numerose donne che come la protagonista presero parte alla causa sacrificando la loro vita privata o perdendo la propria vita come Emily Davison sotto il cavallo di re Giorgio V per guadagnare l'attenzione dei media. Donne spiate, picchiate, imprigionate perché volevano essere pienamente, per loro e per le generazioni a venire. Vitale e verace, Suffragette elude la rigidezza del film in costume e trova in Carey Mulligan una protagonista sensibile e ardente.
Mélange di tutte le suffragette britanniche, Maud Watts è interpretata da un'attrice capace di esprimere le sue evoluzione sottili, le emozioni di un'eroina dentro primi piani instabili in cui emerge la presa di coscienza e da cui sembra pronta a fuggire verso un impegno che le farà perdere impiego e famiglia. L'epifania toccante di Carey Mulligan si accompagna alla solidarietà militante dell'operaia tribolata e magnifica di Anne-Marie Duff e alla determinazione della farmacista di Helena Bonham Carter, che rende omaggio, non solo nel nome, a Edith Garrud e alle sue jiu-jitsuffragettes. Professionista delle arti marziali, Edith Garrud organizzò dal 1913 dei corsi riservati esclusivamente alle donne incoraggiandole a difendersi dai poliziotti durante le manifestazioni duramente represse. Icona, fuori e dentro lo schermo, è Meryl Streep a incarnare Emmeline Pankhurst in una breve ma vigorosa apparizione perché Sarah Gravon al biopic su una donna straordinaria dentro una causa straordinaria, preferisce la vicenda di donne ordinarie, operaie che hanno incarnato l'avanguardia del cambiamento in grembiule o gonne lunghe. Morte sotto i colpi della polizia, arrestate, alimentate con forza a causa dello sciopero della fame, dopo quarant'anni di campagne pacifiche, che ottengono soltanto promesse infrante, le suffragette abbandonano la compostezza indulgente e decidono per la disubbidienza civile, senza esitare a ricorrere ad azioni radicali e violente. Ma sono donne e non lo fanno con leggerezza, diversamente dai terroristi che uccidono innocenti, colpiranno soltanto sedi vuote ma distinte per attirare l'attenzione sul movimento e la causa.
Quanto a sapere se questa violenza valesse la pena o se tanta violenza abbia infine permesso di ottenere il diritto al voto, a riguardo gli storici hanno discordi opinioni. Quello che è certo per la Gravon è il prezzo pagato dalle donne che l'hanno perpetrata dentro una società reazionaria e che il suo melodramma sociale mette in scena in maniera forte e dolente, chiudendo sul funerale di Emily Davison e sull'idea di farci dono di un modello da seguire. Perché la strada da fare è ancora lunga e scorre sui titoli di coda indicanti le date di conseguimento del voto, raggiunto dalle donne britanniche nel 1918 (in maniera incompiuta). Le italiane ventisei anni dopo. In Arabia Saudita il diritto al voto è stato concesso a partire dal 2015.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
SUFFRAGETTE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
Infinity
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 19 marzo 2017
laurence316

Scritto da Abi Morgan (la stessa di The Iron Lady), Suffragette si propone di rendere partecipe il grande pubblico di una delle più importanti lotte per l'uguaglianza del '900, raccontando del movimento suffragista inglese, concentrandosi in particolare sulla parabola fondamentale dell’Unione sociale e politica delle donne (Women’s Social and Political Union [WSPU]), fondata [...] Vai alla recensione »

domenica 6 marzo 2016
Maria Cristina Nascosi Sandri

SUFFRAGETTE, rec. di Maria Cristina NASCOSI SANDRI Esce in Italia in questi giorni di preparazione all'8 marzo, fatidica Festa della Donna per antonomasia, a 70 anni dal diritto di voto per le donne della penisola tricolore - avvenne nel 1946, persino la Turchia ci aveva preceduto, in compenso la Svizzera 'arrivò' dopo! - Suffragette, il bel film di Sarah Gavron con Helena Bonham Carter, Carey Mulligan, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 marzo 2016
Alex2044

Il termine Suffragette è usato spesso per identificare un gruppo di donne , normalmente dell'alta borghesia inglese di inizio secolo , dedite fra un tè e l'altro alla difesa dei diritti delle donne ed in particolare a quello di voto . Il film in questione ci mostra invece una realtà completamente diversa . Una parte  erano si alto borghesi , fra cui la storica ispiratric [...] Vai alla recensione »

domenica 6 marzo 2016
Luigi Chierico

La Gran Bretagna,governata da diverse regine: Maria I e II, Elisabetta I, Anna e Vittoria, all’ inizio del XX secolo, dopo 1900 anni di cieca obbedienza, vede le donne avanzare dei diritti di uguaglianza. Sebbene le donne avessero dato prova proprio in quel regno di grandissime capacità di governo, di apertura mentale e coraggio attraverso conquiste di colonie e famose battaglie, vengono osteggiate [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 aprile 2016
Marce84

Suffragette è un film che ha il merito di accendere le coscienze su questioni che ora diamo per scontate e “normali” ma che, all’epoca dei fatti, nella Londra del 1912, erano ancora tutte da conquistare. Ha il merito di ricordarci che tutti i diritti acquisiti oggi, solo qualche decennio fa erano improbabili e che la donna era considerata inferiore, schiava di una società [...] Vai alla recensione »

mercoledì 30 marzo 2016
RAFFELE

bello, puntuale nel cogliere il precipitare di eventi drammatici, la contaminazione finalmente inevitabile del personale col sociale, il momento in cui non ci si può più tirare indietro, lo stallo di chi emargina le anime perse, le "puttane" di tutti i tempi, guardando con lo sdegno del benpensante... dal marciapiede del torto, dalla finestra dell'alcova tiepida di buon senso conservatore.

sabato 5 marzo 2016
vanessa zarastro

“Suffragette” è un film bello e commovente sulla storia delle donne inglesi all’inizio del secolo scorso. In fondo tutte dobbiamo ringraziarle per quello che hanno fatto, per non essersi arrese, per aver anche sacrificato molto, anzi moltissimo, con l’obiettivo di ottenere una vita più giusta. Attraverso le vicende di Maud Watts (la bravissima Carey  Mulligan) [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 marzo 2016
Zarar

‘Suffragette’ è un buon prodotto stile BBC, che ha il merito di dare volti, parole, ambiente, storie personali, spaccati di vita ad un problema storico più evocato che conosciuto. Un merito ulteriore è quello, giustamente già sottolineato, di non aver puntato su grandi personaggi, ma di aver concentrato l’attenzione sull’eroismo quotidiano delle donne suffragette che aggiungevano ai mille svantaggi [...] Vai alla recensione »

venerdì 25 novembre 2016
Riccardo Tavani

Il film non solo ricostruisce una pagina fondamentale nella configurazione politica, sociale e culturale dell’Europa di oggi, ma si restituisce nei suoi tratti meno edulcorati, più drammatici e violenti.   Proprio tra le strade, i quartieri poveri, i luoghi di sfruttamento del lavoro femminile nelle città inglesi prende le mosse Suffragette.

mercoledì 17 agosto 2016
gabriella

Solamente all'inizio del 900 si può parlare di donne in movimento, quando decisero di formare dei gruppi per combattere il loro ruolo in società che le volevano " angeli del focolare"completamente assoggettate ai maschi. Le condizioni lavorative erano decisamente inferiori a quelle degli uomini e i salari minori. Il movimento femminile si identifica con Emmeline Pankhurst che fonda nel Regno Unito [...] Vai alla recensione »

mercoledì 9 marzo 2016
goldy

IlIl film affronta uno di quegli argomenti davanti ai quali ci si inginocchia e non resta che  esprimere  un tributo  di riconoscenza verso chi ha  saputo dedicare la propria vita  per l'affermazione di un diritto. Solo una  trentina d'anni fa l’argomento  sarebbe stato affrontato accentuando l'aspetto eroico, emotivo col rischio  poi di grondare [...] Vai alla recensione »

mercoledì 9 marzo 2016
Flyanto

In concomitanza della Festa della Donna da celebrare l'8 Marzo esce nelle sale cinematografiche il  film "Suffragette" che ripercorre la storia della strenua e lunga lotta che alcune donne appartenenti al movimento femminista affrontarono al fine di ottenere riconosciuti loro dei diritti come, per esempio, quello di votare. La vicenda narrata pone come esempio di donna suffragetta [...] Vai alla recensione »

lunedì 7 marzo 2016
BeatrixLovett

Forza, coraggio, determinazione... questi sono i valori che uniscono le Suffragette. Una storia vera che nelle scuole non viene mai studiata. Eppure é grazie a loro se oggi le donne hanno gli stessi diritti dell'uomo, o quasi. Un cast di grandi attrici che rendono una grande interpretazione di queste donne. Una grande Mulligan come protagonista, una Bonham Carter che fa innamorare lo spettatore [...] Vai alla recensione »

mercoledì 23 marzo 2016
pier delmonte

Bello entrare in una sala, sedersi e vedere cinematografia, bello andare indietro nel tempo e ricordarsi cosa succedeva tanto tempo fa, bello vedere a tutto schermo il volto dolce di Carey Mulligan, bello vedere una donna che picchia un uomo infame, bello sentire “sento il rumore di passi… migliaia di passi che ci seguiranno.” Bello, davvero.

lunedì 14 marzo 2016
Flaw54

Mi sono avvicinato con una certa titubanza, ma mi sono ricreduto presto: il film è interessante da un punto di vista storico, ben recitato e capace di toccare le corde giuste, creando così quelle emozioni che ci rendono partecipi alle lotte delle donne inglesi di inixii secolo per ol riconoscimento  dei propri diritti. Coinvolgente l'interpretazione della Mulligan, un' attrice [...] Vai alla recensione »

mercoledì 5 ottobre 2016
Emanuele 1968

Cambiano i soggetti ma in sostanza......la vita è così, bisogna lottare per i nostri ideali, sperando che siano buoni.

venerdì 10 giugno 2016
g_andrini

Più che buona la ricostruzione storica. Le riforme sociali sono normali attività umane, che generano scompensi emotivi non indifferenti.

martedì 22 marzo 2016
eloita

Film molto attuale, utile a ricordare quanto le donne abbiano combattuto per il loro diritto a votare, in un momento in cui l’astensionismo al voto è sempre più elevato…

mercoledì 16 marzo 2016
armonia

Ottima figurazione e racconto delle problematiche femminili in campo sociale, culturale, politico e in tanto altro. Non capisco le tre stelle, il film ne meriterebbe almeno quattro, la forma è esplicata im maniera tenue da una regista che ha messo in risalto le ragioni delle rivendicazioni senza esacerbate gli animi ma per indurre alle riflessioni sulla tenacia e sul sacrificio delle donne per ottenere [...] Vai alla recensione »

martedì 15 marzo 2016
midnight

Londra primi ‘900 un gruppo di donne cercano di far valere i loro diritti chiedendo il diritto al voto… una pezzo della nostra storia, molto ben interpretato da Carey Mulligan uno spaccato di vita che tiene lo spettatore incollato alla sedia. Pensavo fosse un film su un gruppo di sfegatate femministe, invece si è rilevata una pellicola impegnativa, che porta lo spettatore alla riflessione fino alla [...] Vai alla recensione »

venerdì 15 aprile 2016
RONGIU

Londra 1912-1913. E’ in questa città che tantissime “Everywoman”  al grido di “Deeds not Words”  \ Fatti non parole /, iniziano una lotta per vedere riconosciuto il loro diritto al voto e con esso una dignità mai riconosciuta. "Suffragette," ci mostra che come tale lotta è stata portata avanti.

mercoledì 23 marzo 2016
francy99

Un gruppo di donne che lotta per avere il consenso al voto a pari dei diritti maschili rappresentato da una vivace Carey Mulligan, una sensazionale Helena Bonham Carter ed una raffinata Meryln Streep. Il film merita, perchè è riuscito a cogliere la piena essenza del periodo di ribellione, tra cui, la sofferenza e l'ingiustizia. Consigliato da vedere anche per chi non è certo [...] Vai alla recensione »

domenica 6 marzo 2016
Rikitikitawi

per l'eguaglianza e contro i privilegi e la schiavitù della donna. Film drammatico , commovente , ben interpretato e diretto , che rende omaggio ad eroine conosciute o meno di un tempo , le quali - a volte a spese della loro vita - contribuito alla civiltà dell'uomo.

Frasi
"Preferisco essere una ribelle piuttosto che una schiava"
Una frase di Emmeline Pankhurst (Meryl Streep)
dal film Suffragette - a cura di Rossana
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Cristina Piccino
Il Manifesto

Bisogna essere ricchi per fare la rivoluzione? Non è una regola ma forse aiuta. Come avere alle spalle un marito influente e comprensivo se si è una donna che lotta per i propri diritti nella Gran Bretagna dei primi del Novecento. Nel movimento delle suffragette però c'erano borghesi e operaie, povere e senza mariti pazienti come Maud Watts, figlia di operaia, cresciuta nella lavanderia dove lavorava [...] Vai alla recensione »

Natalino Bruzzone
Il Secolo XIX

Quando l'etica conta più dell'estetica. Non è un caso che "Suffragette", da oggi nelle sale, sia proprio in Italia il film simbolo per i diritti dell'altra metà del cielo nell'anno in cui, il 10 marzo, si celebra il settantennale dell'accesso universale alle urne. Così si annuncia una proiezione pubblica domenica a Montecitorio, mentre l'8 scatterà un tour promozionale a vasto respiro nazionale, coinvolgend [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Dignitoso dramma in costume, che ripercorre la lunga battaglia delle femministe inglesi verso l'emancipazione. Nella Londra del 1912 sgobba in lavanderia l'ardente Maud Watts. Entra presto fra le suffragette, decise a ottenere gli stessi diritti degli uomini, voto compreso. Governo e stampa le ignorano. Non resta che la lotta, a costo di perdere tutto.

Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

L'iconografia collettiva le voleva goffe, un po' bigotte, sicuramente testarde. Dimenticate finora anche dal cinema, le Suffragette (inglesi) finalmente trovano riscatto in un commovente dramma squisitamente british con un cast stellare che vede persino l'americana Meryl Streep a servizio della causa. "Ogni figlia dovrebbe conoscere questa storia, ogni figlio dovrebbe scriversela nel cuore", ha dichiarato [...] Vai alla recensione »

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Gli uomini hanno votato subito (là dove c'era la democrazia), le donne invece hanno votato molto più tardi per le solite discriminazioni maschiliste. Indubbiamente un grosso problema, storico, sociale e anche morale. Di cui il cinema - penso soprattutto a quello che si era guadagnato l'appellativo di «civile» - non si eramai occupato direttamente. Colma adesso l'inspiegabile lacuna, un film inglese, [...] Vai alla recensione »

NEWS
BOX OFFICE
mercoledì 9 marzo 2016
Andrea Chirichelli

Colpo di scena! Nel giorno della Festa della donna il film più visto nelle sale italiane è Suffragette, che vola dal decimo al secondo posto degli incassi con 125mila euro (ma è primo quanto a spettatori paganti).

POSTER
lunedì 25 gennaio 2016
 

Film d'apertura dello scorso Torino Film Festival, Suffragette è la celebrazione della lotta delle donne per l'uguaglianza morale e salariale. Nel cast, insieme a una Carey Mulligan sensibile e ardente, anche Helena Bonham Carter, Carey Mulligan e Meryl [...]

NEWS
lunedì 5 ottobre 2015
 

Il film Suffragette di Sarah Gavron (UK, 2015) aprirà la 33esima edizione del Torino Film Festival (20-28 Novembre 2015). Ambientato nel 1912 e scritto da Abi Morgan (l'autrice di The Iron Lady, Shame e Brick Lane, il film d'esordio di Sarah Gavron), [...]

winner
miglior scenografo europeo
European Film Awards
2016
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati
Animals United (2010) | Kimi Ni Todoke | Cuentas Premiun y Medicinas