Yuragi-sou no Yuuna-san | 16-05-2018, 12:23 | Captain Tsubasa (2018) Episode 28 Subtitle Indonesia

L'apparizione

Film 2018 | Drammatico +13 140 min.

Titolo originaleL'apparition
Anno2018
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia
Durata140 minuti
Al cinema5 sale cinematografiche
Regia diXavier Giannoli
AttoriVincent Lindon, Galatéa Bellugi, Patrick d'Assumçao, Anatole Taubman, Elina Löwensohn Claude Lévèque, Gérard Dessalles, Bruno Georis, Alicia Hava, Candice Bouchet, Geoffroy De La Taille, Axelle Simon, Sandrine Ferraro.
Uscitagiovedì 11 ottobre 2018
TagDa vedere 2018
DistribuzioneCinema
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,00 su 10 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Xavier Giannoli. Un film Da vedere 2018 con Vincent Lindon, Galatéa Bellugi, Patrick d'Assumçao, Anatole Taubman, Elina Löwensohn. Cast completo Titolo originale: L'apparition. Genere Drammatico - Francia, 2018, durata 140 minuti. Uscita cinema giovedì 11 ottobre 2018 distribuito da Cinema. Oggi tra i film al cinema in 5 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,00 su 10 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi L'apparizione tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un noto giornalista viene chiamato a testare la veridicità dell'apparizione della Vergine Maria, avvenuta in un piccolo villaggio francese. In Italia al Box Office L'apparizione ha incassato 2,7 mila euro .

Consigliato sì!
3,00/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 3,10
PUBBLICO 3,40
CONSIGLIATO SÌ
Il film più personale di Giannoli che concentra tutte le sue ossessioni del regista e loda (a sorpresa) le virtù dell'illusione .
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 28 febbraio 2018
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 28 febbraio 2018

Jacques Mayano, reporter di guerra per un quotidiano francese, viene reclutato dal Vaticano per indagare su un'apparizione avvenuta in un villaggio del sud-est della Francia. Anna, orfana e novizia, afferma di aver visto la Vergine Maria. Lo straordinario evento, velocemente diffuso, ha condotto migliaia di pellegrini sul luogo della presunta epifania. Jacques, estraneo a questo mondo, accetta nondimeno di far parte della commissione d'inchiesta canonica, applicando la prassi empirica al trascendente.

Da À l'origine a Marguerite, passando per Superstar, Xavier Giannoli è ossessionato dall'impostura e dai personaggi mai al loro posto.

Se Paul è un imbroglione solitario che si finge capocantiere, Martin uno sconosciuto diventato improvvisamente famoso, Marguerite un soprano incosciente della propria nullità, non stupisce che Giannoli si interessi a un affaire religioso dove la questione dell'impostura è centrale. Anna, l'incredibile eroina di Galatéa Bellugi, afferma di vedere la Madonna da qualche parte sulle Alpi francesi. Anna afferma pure di non essere una bugiarda. Il suo confessore le crede, migliaia di pellegrini le credono ma le autorità ecclesiastiche sono riluttanti e indagano per accertare i fatti e verificare le sue parole.

A guidare lo spettatore lungo i percorsi ardui della montagna e della fede, è un reporter abituato a battere i conflitti del mondo e alieno alla sfera sovrannaturale. Incarnato con solidità terrena e spirito franco da Vincent Lindon, Jacques è scettico ma curioso. Incapace di accettare l'inspiegabile, interroga Anna e si convince presto che la ragazza sia vittima di una grande manipolazione. Ma la soluzione immaginata dal regista è destinata a sorprendere personaggio e spettatore, conciliando l'ipotesi della verità con quella della menzogna.

Dopo aver confrontato la mistica (e la mistificazione) con il tangibile alla ricerca di una verità impossibile da trovare, il film sospende la sua incredulità. Il risultato è una riflessione appassionante sulla fede, sulla maniera di vivere nel caos del mondo contemporaneo, sul dono di sé e la rinuncia che implica. La forma è quella di un polar coi suoi interrogatori, i suoi segreti, le sue rivelazioni e i capovolgimenti frequenti che alimentano la tensione fino all'epilogo.

Un epilogo disincarnato a forza di prorogarlo e poi disperderlo in un paesaggio più piatto di un mondo senza dio. Profondamente inquieto al debutto, il soggetto impone forse al regista una lentezza e una ridondanza che finiscono per fiaccare il film e la grazia prodotta dall'integrità energica di Jacques e la sincerità elegiaca di Anna. Al corpo celestiale di Galatéa Bellugi, rivelazione autentica che aderisce all'elevazione metafisica dell'opera, replica la natura viva di Vincent Lindon, abitato da un lutto. Agnostico come l'autore, il suo Jacques non è mai sprezzante davanti ai fedeli e al clamore che cresce intorno. Un bailamme che monta e in cui si fa largo il dubbio e la certezza di non potere avere tutte le risposte, in cui il reporter a caccia dell'impostore cede il passo all'uomo toccato dalla (buona) fede della fanciulla.

Nell'apparition, senza dubbio il film più personale di Giannoli, il regista concentra tutte le sue ossessioni e loda (a sorpresa) le virtù dell'illusione. È il mistero della fede ad affascinarlo e il mistero per sua natura non cerca prove. Apparizione? Allucinazione? Menzogna per essere? Giannoli non sentenzia ma insegue col suo personaggio l'intuizione di una trascendenza, il senso di un mondo ipermedializzato dove il confine con l'impostura si fa sempre più labile.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 16 ottobre 2018
loland10

“L’apparizione” (L’apparition, 2018) è il settimo lungometraggio del regista francese Xavier Giannoli. “Tu sei vuoto”; “Tu sei pericoloso”.  Ecco che il confronto religioso laico è solo manifestazioni di intenti di un film aperto e chiuso con mure già inserite e dove le opinioni si mescolano o possono rovesciarsi.

venerdì 28 settembre 2018
giulia

Ho avuto l'occasione di vedere L'apparizione in anteprima a Parigi e ne sono rimasta piacevolmente stupita. Nonostante tratti un tema delicato, il viaggio introspettivo del protagonista, interpretato come sempre magistralmente da Lindon (ma qui non c'è da stupirsi) trascina lo spettatore fino in fondo, lasciando molti spunti su cui riflettere.

martedì 16 ottobre 2018
Flyanto

 “L’Apparizione”, come si evince già dal titolo, indica la comparsa straordinaria di una figura ed il film è improntato interamente attorno a questo particolare e misterioso evento. Un reporter di guerra, che ha da poco perso un caro collega nel corso di un combattimento in Afghanistan dove entrambi operavano professionalmente, viene commissionato dal Vaticano [...] Vai alla recensione »

venerdì 5 ottobre 2018
Maria teresa

Ho visto il film in Francia e Vincent Lindon si conferma un attore sicuro del fatto suo anche su una tematica così delicata come l'apparizione della Madonna. Il film coinvolge lo spettatore in questa ricerca della verità e appassiona già dalla prime immagini fino al finale inaspettato. Da vedere assolutamente!!

venerdì 5 ottobre 2018
Chiara

Diversissimo da Marguerite ma altrettanto intelligente. Molto interessante soprattutto la riflessione sulle espozioni mediatiche dei fenomeni sovrannaturali da parte della Chiesa e sulla sua posizione ancora così ambigua e arcaica. Emozionante e commovente, alla fine il regista sembra dirci che la spiritualità contemporanea opera in altri campi e in altri modi.

FOCUS
FOCUS
sabato 13 ottobre 2018
Roy Menarini

La storia del cinema ha spesso avuto a cuore la figura della mistica. Ancora oggi, la Giovanna d'Arco narrata nel 1928 da Carl Theodor Dreyer è caso di scuola per spiegare come il cinema abbia cercato la purezza attraverso il linguaggio filmico. In quel caso, la potenza del primo piano garantiva al tempo stesso l'assoluta trasparenza della pulzella e il mistero insondabile della fede. Il volto era contemporaneamente accesso e negazione dell'assoluto, tanto che molti anni dopo Jean-Luc Godard spinse la protagonista del suo Questa è la mia vita, Anna Karina, a riconoscersi e commuoversi proprio di fronte a La passione di Giovanna D'Arco.

La visionaria di L'apparizione non ha, opportunamente, le stesse fattezze di Renée Falconetti ma ne ribadisce il pallore e gli occhi febbrili.

Nel film, a un certo punto, uno dei religiosi che più insiste perché si dia pubblica rappresentazione alle convinzioni della ragazza, cita Bernadette, altra famosa mistica del culto mariano. In questo caso, la donna (canonizzata dalla Chiesa Cattolica), viene ricordata per una versione della sua vita assai spettacolarizzata, hollywoodiana. L'omonimo film con Jennifer Jones viene ricordato come uno strano unicum per gli anni Quaranta, con il suo mix di estasi e cattivo gusto.

Le visioni di Bernadette, nella realtà, originarono il culto di Lourdes, su cui un altro esempio di cinema d'autore contemporaneo - l'omonimo Lourdes di Jessica Hausner - ha riflettuto in termini al tempo stesso laici e affascinati. Da ultimo, anche una serie televisiva italiana - l'intrigante Il miracolo (guarda la video recensione) ideato da Niccolò Ammaniti - si è domandato che spazio ha o avrebbe il sacro nella cultura contemporanea se non vi fossero risposte chiare ad avvenimenti apparentemente miracolosi, come il sanguinamento di una statua della Madonna.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 11 ottobre 2018
Emiliano Morreale
La Repubblica

In un curioso mini-revival cinetelevisivo di apparizioni mariane, questo film arriva in sala qualche mese dopo la serie Il miracolo, e poco prima di Troppa grazia di Gianni Zanasi, passato alla Quinzaine di Cannes. Protagonista è Jacques (il sempre bravissimo Vincent Lindon), reporter di guerra convocato dal Vaticano per una questione insolita. Si tratta di affiancare una commissione d'inchiesta sulla [...] Vai alla recensione »

domenica 14 ottobre 2018
Fabio Ferzetti
L'Espresso

Un grande inviato di guerra, abituato a maneggiare dubbio e ragione, viene convocato in Vaticano per un caso che di razionale sembra avere ben poco. In un paesino della Francia una ragazza sostiene di aver visto la Madonna. Miracolo o impostura? Il reporter dovrà affiancare la commissione d'inchiesta canonica con i suoi ferri del mestiere. L'incarico è così assurdamente lontano dal suo mondo che il [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 ottobre 2018
Eugenio Renzi
Il Manifesto

Il protagonista del nuovo film di Xavier Giannoli, L'apparizione, è un reporter di «Ouest-France» convalescente da un incidente avvenuto durante il suo ultimo reportage in Siria. All'uomo, al quale Vincent Lindon presta il suo volto più affaticato, viene affidata una missione inaspettata. Il Vaticano gli propone di indagare un caso di presunta apparizione miracolosa.

giovedì 11 ottobre 2018
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Jacques, reporter di guerra laico, viene ingaggiato dal Vaticano per indagare su una presunta apparizione mariana avvenuta in un villaggio francese. La prescelta dalla Vergine Maria è Anna e subito i pellegrini si recano sul posto per toccare con mano la veggente. Sarà veramente così? O è una montatura? Il metodo positivista contro la fede. In mezzo, l'amicizia tra i due opposti.

giovedì 11 ottobre 2018
Alessandra Levantesi
La Stampa

Jacques (Vincent Lindon) è un reporter di guerra che il Vaticano ha incaricato di investigare su un evento accaduto in un paesino francese del Sud: dove la diciottenne Anna (Galatea Bellugi) ha proclamato di aver visto la Madonna. Il luogo è subito diventato meta di pellegrinaggio per malati, credenti, mercanti di gadget, religiosi in cerca di visibilità mediatica, e la Chiesa si mostra cauta.

NEWS
GUARDA L'INIZIO
martedì 9 ottobre 2018
 

Un giorno Jacques, firma di punta di un quotidiano francese, riceve una misteriosa telefonata dal Vaticano. In una piccola cittadina del sudest della Francia, una ragazza di diciotto anni sostiene di avere avuto un'apparizione della Vergine Maria.

TRAILER
domenica 16 settembre 2018
 

Jacques è un giornalista di un grande giornale regionale francese. La sua reputazione come reporter di talento richiama l'attenzione del Vaticano che lo assume per una missione molto speciale: essere parte di una commissione d'indagine sulla veridicità [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati