Young Black Jack English Subbed | Show Box 4.52 | Terminator: Genisys

The Nun - La Vocazione del Male

Film 2018 | Horror +16 96 min.

Titolo originaleThe Nun
Anno2018
GenereHorror
ProduzioneUSA
Durata96 minuti
Al cinema26 sale cinematografiche
Regia diCorin Hardy
AttoriTaissa Farmiga, Bonnie Aarons, Charlotte Hope, Demiàn Bichir, Lili Bordán Jonny Coyne, Sandra Rosko, Ingrid Bisu, August Maturo, Mark Steger.
Uscitagiovedì 20 settembre 2018
DistribuzioneWarner Bros Italia
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +16
MYmonetro 2,13 su 21 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Corin Hardy. Un film con Taissa Farmiga, Bonnie Aarons, Charlotte Hope, Demiàn Bichir, Lili Bordán. Cast completo Titolo originale: The Nun. Genere Horror - USA, 2018, durata 96 minuti. Uscita cinema giovedì 20 settembre 2018 distribuito da Warner Bros Italia. Oggi tra i film al cinema in 26 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 2,13 su 21 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi The Nun - La Vocazione del Male tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Quando una giovane suora di clausura si toglie la vita, un prete e una novizia vengono inviati dal Vaticano per fare luce sull'evento. In Italia al Box Office The Nun - La Vocazione del Male ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 5,4 milioni di euro e 526 mila euro nel primo weekend.

Consigliato no!
2,13/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 2,00
PUBBLICO 2,39
CONSIGLIATO NÌ
Una rivisitazione dell'horror ecclesiastico molto curata nella narrazione ma carente per inventiva e colpi di scena.
Recensione di Rudy Salvagnini
giovedì 20 settembre 2018
Recensione di Rudy Salvagnini
giovedì 20 settembre 2018

Abbazia di St. Carta, Romania, 1952. Una giovane suora, dopo essere stata a contatto con qualcosa di misterioso e terribile, si impicca chiedendo perdono al Signore. Città del Vaticano: l'esperto padre Burke è incaricato da alti prelati di investigare su quanto accaduto in Romania perché le cose non sono chiare e si sospetta che ci sia sotto qualcosa di sinistro. Dato che si tratta di un convento di clausura, il suo accesso avrà dei limiti e l'indagine sarà complessa. Perciò ad accompagnarlo c'è sorella Irene, una giovane novizia che, in un convento inglese, deve ancora prendere i voti. Irene è perplessa, non capisce perché è stata scelta, ma Burke la convince che se il Vaticano l'ha scelta è stato a ragion veduta.

Il primo passo della missione è contattare, in Romania, il giovane uomo che si fa chiamare Frenchie (un franco-canadese riposizionato in loco) e che ha scoperto il cadavere della suora impiccata. I due si fanno condurre da Frenchie sino alla misteriosa abbazia, nel fitto di un bosco.

Le cose strane non mancano a partire dal fatto che il sangue della suora morta rimasto sul selciato dell'abbazia non è ancora secco nonostante siano passate settimane: l'incontro con la Madre Superiora non è incoraggiante e naturalmente, le ricerche porteranno a macabre scoperte e a pericoli notevoli.

Dopo Annabelle (e il suo seguito), questo è un nuovo tassello per così dire laterale sprigionato dalla serie iniziata con L'evocazione - The Conjuring. Vi è infatti ripreso il personaggio della suora demoniaca che compariva nel secondo episodio di quella serie. Il film è una sorta di rivisitazione dell'horror ecclesiastico, con più di qualche rimando al filone esorcistico, non tanto e non solo per la materia in sé quanto soprattutto per il protagonista sacerdotale che è una riedizione dei preti tormentati - e però decisi a fermare il Male - che dai tempi de L'esorcista popolano gli horror a contrasto di figure demoniache di varia fattezza.

L'ambientazione romena tende a richiamare, per le modalità con cui è rappresentata, i vecchi film dell'orrore, con una sorta di parallelo tra l'abbazia e il castello del conte Dracula: i paesani fanno finta che non esista e non ci vogliono andare, persino i cavalli rifiutano di addentrarsi nel bosco e bisogna arrivarci attraversando a piedi una foresta oscura e opprimente. L'abbazia in sé, segnata dal tempo e isolata dal mondo, è un emblema suggestivo e ambiguo della lotta contro il Male: il dettaglio che le suore di clausura preghino costantemente non per impedire al Male di entrare, ma per impedire che esca e si propaghi nel mondo è significativo e azzeccato per rendere l'idea quasi lovecraftiana di un orrore cosmico indecifrabile e invincibile, contro il quale si battono con spirito di sacrificio, in una lotta di posizione senza speranza di una soluzione definitiva, solo i pochi che sanno.

Il flashback banalmente esplicativo diminuisce l'impatto del concetto, ma non ne annulla del tutto l'efficacia narrativa. Manca l'inventiva di altri horror conventuali meno noti e più risalenti nel tempo, come per esempio Dark Waters di Mariano Baino, ma la storia è condotta con attenzione, pur se con un ritmo piuttosto lento e senza che vi siano particolari sorprese (il che, soprattutto in un horror, non è un pregio).

La caratterizzazione del prete e della novizia è - fatte le debite differenze professionali - quella classica da buddy-movie: il veterano provato e tormentato dai fantasmi del passato, ma esperto, e il novellino pieno di fiducia e di vitalità. La relativa novità è che qui il novellino è una novizia e la differenza di sesso getta una luce interessante sul rapporto psicologico tra i due. Ma l'approfondimento caratteriale resta in superficie, limitato a qualche dettaglio curioso, come la passione del prete per l'enigmistica. Gary Dauberman, sceneggiatore dei film sulla bambola Annabelle e di It, si limita qui al compitino, su trama e personaggi.

Com'è consuetudine della serie di cui questo film è una sorta di spin-off, il clima è cupo, oscuro e oppressivo. Tale scelta stilistica è ai limiti (e oltre) del manierismo, ma risulta spesso efficace, soprattutto quando da queste tenebre sbucano all'improvviso apparizioni terrificanti, nei più classici jump-scares che servono appunto a far fare un salto sulla sedia allo spettatore. Alcune sequenze sono ben gestite anche sotto il classico profilo della creazione della suspense, come, per esempio, quella che concerne i campanellini posizionati sulle tombe del cimitero dell'abbazia per evitare che qualcuno venga sepolto vivo. Corin Hardy - dopo il promettente esordio nell'horror con The Hallow - dirige con buona mano e attenzione alle atmosfere.

Taissa Farmiga è la sorella minore di Vera Farmiga e si era fatta notare, in campo horror, come valida protagonista di un film interessante e metacinematografico (The Final Girls). Inutile ricordare che Vera Farmiga è la star della serie di film iniziata con L'evocazione - The Conjuring, quindi la cosa resta in famiglia. Taissa Farmiga si conferma comunque interprete sensibile e versatile, capace in questo caso di rendere con bravura il suo personaggio: un'inesperta che si trova a crescere e fare esperienza sul campo.

Sei d'accordo con Rudy Salvagnini?
Una suora demoniaca minaccia una giovane donna.
Overview di Francesca Ferri
venerdì 3 febbraio 2017

In un'antica abbazia della Romania una giovane suora di clausura si toglie la vita. Un prete dal passato tormentato e un giovane novizio sulla soglia del sacerdozio vengono inviati dal Vaticano per far luce sull'evento. Ignari del pericolo che correranno, i due uomini riusciranno a scoprire il profano segreto dell'ordine mettendo a rischio la loro vita e la loro fede. La misteriosa suora rivela delle imprevedibili forze maligne e un'insospettabile anima demoniaca.

Ritorna dunque la diabolica sorella che ha già terrorizzato le platee di tutto il mondo in The Nun, lo spin-off della serie The Conjuring che porterà sul grande schermo l'inquietante donna già apparsa in The Conjuring 2 - Il caso Enfield

Dopo Annabelle 2: Creation (2017), The Nun è il quinto capitolo della serie horror americana. Scritto da Gary Dauberman e James Wan, prodotto da Wan e da Peter Safran, il film italiano avrà come sottotitolo La Vocazione del Male. Nel cast troviamo Demián Bichir nel ruolo del Padre Burk e Taissa Farmiga nelle vesti della sorella Irene, oltre a Bonnie Aarons, Jonas Bloquet, Charlotte Hope e Ingrid Bisu. Il regista Corin Hardy trasformerà ancora una volta l'abbazia in un campo di battaglia tra vivi e dannati.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 25 settembre 2018
carloalberto

 La sceneggiatura di The Nun, scritta da James Wan, già regista di The Conjuring 1 e 2, presentato nella scena iniziale come uno spin-off  di Conjuring 2-Il caso Enfield, attinge a piene mani al Dracula di Bram Stoker e ai suoi primi adattamenti cinematografici, soprattutto per l’ambientazione in una Romania primitiva e transilvanica.

domenica 23 settembre 2018
Nino Pellino

Un coraggioso saceredote e una giovane novizia vengono mandati dal Vaticano ad indagare su un misterioso caso di suicidio di una suora avvenuto anni addietro presso un'isolata e cupa Abbazia situata nel territorio della Romania. I due protagonisti, una volta varcata la soglia del Monastero, scopriranno un'agghiacante verità, ossia la presenza di forze demoniache che si sono liberate [...] Vai alla recensione »

lunedì 1 ottobre 2018
Dahlia

Che dire di questo "The nun"... un cocktail di luoghi comuni dell'horror odierno ormai triti e ritriti, condito da un'eccessiva dose di jump scares ed effetti speciali. Si tratta di un prodotto pensato per il grande pubblico e per vendere. È palese che il film non prenda se stesso sul serio, certe battute leggere e fuori contesto danno l'idea di assistere ad una parodia. [...] Vai alla recensione »

lunedì 24 settembre 2018
CesareDedè

ATTENZIONE SPOILER Quando si va a vedere uno spin-off ci si aspetta che qualcuno abbia studiato il film prima di creare il personaggio che appare nel precedente film, in questo caso sembra proprio che invece abbiano costruito un film, solo per fare botteghino. In questo film a parte dell'ottima fotografia non c'è nulla di positivo.

lunedì 24 settembre 2018
il cinefilo

Quando si dice "toccare il fondo"...bene, è stato toccato, anzi raschiato, schiantato e sfracellato: l'ultimo, disastroso, film della saga(iniziata nel 2013 con the Conjuring di James Wan)e distribuito, ancora una volta, dalla Warner bros. pare stia macinando milioni e milioni di incassi sia negli Stati Uniti che altrove...bene, mai tali incassi furono più ingiustificati [...] Vai alla recensione »

lunedì 24 settembre 2018
Rena77

Che il cinema horror sia in crisi, non è più una sorpresa e nemmeno una notizia, è un mero dato di fatto. La scenografia di questo the Nun è banale, a tratti stereotipata al classico più classico prete/esorcismo che ha stancato anche i bambini. Qualche scena regala il classico "salto" sulla poltrona, ma non basta a farne un bel film horror. Tutto ciò per non parlare della suora "maledetta" un incrocio [...] Vai alla recensione »

lunedì 24 settembre 2018
elpiezo

Un misterioso suicidio all'interno di un’abbazia rumena conduce un esperto padre e una giovane novizia ad indagare tra le mura del sinistro convento per affrontare forze oscure e maligne. Pregevole spin off della celebre saga The Conjuring, il film rispolvera il datato filone dell’horror gotico ecclesiastico. Pur contenuto da un ritmo sostanzialmente uniforme, il prodotto eccelle sia [...] Vai alla recensione »

sabato 22 settembre 2018
Juri84

E dopo i successi di Annabelle e Annabelle creation,un nuovo interessante capitolo attesissimo del fortunato universo The Conjuring fa la sua comparsa sui grandi schermi,ed incetta di incassi in tutto il mondo.questa volta,come per Annabelle,dietro la macchina da presa non c'è James Wan,e si vede,ma il risultato della regia è comunque ottimo.

lunedì 24 settembre 2018
newalessiomarta

Jumpscares inutili e prevedibili, buchi nella trama e personaggi trasparenti. Però c'è da ammettere che il finale contiene un bel colpo di scena.

mercoledì 3 ottobre 2018
Leri

 Bel film, affascinante la regia, perfetti i protagonisti, inquietante l'ambientazione. Consigliato 

domenica 23 settembre 2018
giorgia81

ottimo film, belli i collegamenti con gli altri film in una bella storia da seguire

sabato 22 settembre 2018
Korim83

Tante aspettative, troppe....Infatti esci dal cinema quasi disgustato, film moscio, senza carattere, nulla di nuovo, sembra proprio un film fatto solo per "sbancare", l'unico obiettivo, perché alla fine del film non ti rimane proprio nulla, se non quel rimorso di aver pagato pure 9€ per vederlo...Delusione totale, finto, recitato male, privo di carattere, suspance, paura, emozioni.

FOCUS
SCRIVERE DI CINEMA
lunedì 24 settembre 2018
Lorenzo Ciofani, vincitore del Premio Scrivere di Cinema

Sin dall'incipit, The Nun - La vocazione del male si presenta come un labirinto claustrofobico fatto di finestre, porte, corridoi ciechi. «Qui finisce Dio» si scorge prima del nulla, annunciando una promessa che non può, non sa, forse non vuole mantenere: cosa inizia, allora? Non nascondiamoci dietro i troppi finti segreti celati nel monastero romeno che fa da sfondo al film: si tratta dell'ultimo articolo della covata The Conjuring, che per molti spettatori non potrà che essere "l'horror della settimana" da consumare nel weekend in sala e magari rimasticare a casa. Nell'universo esteso della serie ideata da James Wan, rappresenta una sorta di spin-off ambientato vent'anni prima degli eventi raccontati nel primo film.
Cosa inizia, insomma, ci si chiedeva. Nessuno chiede a The Nun un'analisi perturbante e decisiva sul Male, benché in esso vi si trovino alcune ossessioni dell'horror americano sulle quali cerca - invano - di edificare una storia che non sia rivolta solo al suo zoccolo duro. Se il luogo chiuso, infestato di presenze demoniache, evoca tutti quegli spazi soffocanti che hanno una memorabile epitome nella casa de Gli invasati di Robert Wise, non ci si può esimere dal rilevare l'approccio intramontabile nei confronti della religione cattolica, usata come sempre per l'irresistibile attrazione data dalla pratica dell'esorcismo.

Da L'esorcismo di Emily Rose che ha riavviato il filone, passiamo al racconto di formazione spirituale de Il rito, a The Vatican Tapes che mette in scena lo scontro tra uomini di chiesa e l'Anticristo, all'ospedale in cui avvengono esorcismi non autorizzati in L'altra faccia del diavolo, alla detection di Liberaci dal male.

Correndo il rischio di risultare blasfemi, è inevitabile che la dinamica tra il prete liberatore e la giovane suora di clausura posseduta debba qualcosa a L'esorcista, non tanto il capolavoro di William Friedkin quanto l'apparato di sequel che agisce naturalmente dentro un immaginario già codificato - e forse logoro - com'è quello dell'indagine nel paranormale da parte degli uomini di fede.
The Nun continua ad esplorare il filone, pur sapendo che le possibilità non sono inesauribili, ma gli manca un elemento che ha spesso garantito una certa suggestione: non si appoggia ad un "fatto vero" come pretendeva il primo The Conjuring, relegandosi al territorio della bizzarria gotica in un territorio straniero a suo modo evocativo. In più, non sa dire niente del Male che non sia interpretabile alla luce della prospettiva cattolica: in fondo, a parte il non mettere in dubbio l'esistenza del diavolo (cosa dovrebbe fare, d'altronde, un film su una possessione demoniaca?), racconta un mondo in cui le suore, benedette dalla protezione del divino, si sacrificano per salvare l'umanità, trattenendo peraltro le presenze nell'abbazia.
A suo modo, tra allusioni sataniche (le croci capovolte) e qualche momento crudele (i suicidi), questo horror è tutto da leggere dentro una visione cristiana, in cui a trionfare non è certo il male ingannatore di cui, alla fine, non sappiamo niente di nuovo, solo il suo inevitabile destino di fronte alla potenza del bene così come l'intende la confessione cattolica.

Frasi
Quando ero piccola avevo delle visioni e ogni volta che finivano qualcosa mi rimaneva impressa nella mente.
Suor Irene (Taissa Farmiga)
dal film The Nun - La Vocazione del Male - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 21 settembre 2018
Peter Bradshaw
The Guardian

The nun. La vocazione del male dovrebbe essere l'ultimo film della incredibilmente noiosa e poco spaventosa serie The conjuring (cominciata nel 2013 con L'evocazione. The conjuring di James Wan). È il prequel del secondo capitolo, The conjuring. Il caso Enfield, e il suo compito è creare un antefatto per la suora che sembrava Marilyn Manson comparsa proprio nel Caso Enfield.

giovedì 20 settembre 2018
Roberto Nepoti
La Repubblica

Con la nuova stagione il clown, leader del cinema di paura, sta cedendo il primato a un nuovo protagonista: la suora. Due film di questi giorni, Curse of the nun e The Nun -La vocazione del male, ricorrono a spaventosi fantasmi di religiose per far rabbrividire lo spettatore. Il secondo con grande soddisfazione dei botteghini, visto che ha realizzato, a oggi, 230 milioni di dollari al box-office mondiale [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 settembre 2018
Francesco Alò
Il Messaggero

Dopo la bambola uguale a una giovane Loretta Goggi (Annabelle), ecco la suora demoniaca sosia di Marilyn Manson. I creatori dell'universo The Conjuring realizzano il quinto film della saga catapultandoci nella Romania del 1952 dove Transilvania non è sinonimo di vampiri bensì di croci blasfeme, novizie impiccate e sepolti vivi (dal nostro Fulci di Paura nella città dei morti viventi).

NEWS
VIDEO RECENSIONE
venerdì 12 ottobre 2018
A cura della redazione

Abbazia di St. Carta, Romania, 1952. Una giovane suora, dopo essere stata a contatto con qualcosa di misterioso e terribile, si impicca chiedendo perdono al Signore. L'esperto padre Burke è incaricato da alti prelati di investigare su quanto accaduto; [...]

BOX OFFICE
lunedì 24 settembre 2018
Andrea Chirichelli

Negli USA doveva essere uno dei peggiori weekend dell'anno... ed effettivamente lo è stato, anche se le cifre mosse dai film al cinema sono state un po' più alte del previsto, almeno in alcuni casi. Il mistero della casa del tempo ha vinto facilmente [...]

BOX OFFICE
venerdì 21 settembre 2018
 

Clamoroso: The Nun, nel primo giorno di programmazione, scalza Gli Incredibili 2 (guarda la video recensione) dal primo posto della classifica dei film più visti e anche con un grande margine. L'horror Warner stravince il giovedì con 525mila euro, mentre [...]

BOX OFFICE
lunedì 10 settembre 2018
Andrea Chirichelli

Clamoroso successo per The Nun - La vocazione del male, che sbanca il box office americano e mondiale: in casa il film incassa 53,5 milioni di dollari, superando ampiamente le attese degli analisti, mentre a livello mondiale ottiene 77,5 milioni per [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati